italiano italiano English English
01/10/2018
Largo Consumo 10/2018 - Approfondimento - pagina 128 - 1 pagina - Pescarmona Stefania
 
 
Analisi: Acque minerali

Le concessioni di sfruttamento

L'imbottigliamento delle acque minerali è un vero e proprio business per le aziende concessionarie e non. Per le Regioni per le quali rappresenta un’attività praticamente a guadagno zero. Questa la situazione paradossale in cui versa il nostro Paese, illustrata all’interno dello studio “Acque in bottiglia 2018 – Un’anomalia tutta italiana”, realizzato da Legambiente, con la collaborazione di Altreconomia. Dalla ricerca emerge, infatti, come il giro d’affari legato all’imbottigliamento delle acque minerali oscilli «almeno tra i 7 e i 10 miliardi di euro (stima ottenuta considerando un prezzo di vendita al pubblico tra 0,50 e 1 euro al litro)» e faccia «fatturare circa 2,8 miliardi all’anno alle aziende concessionarie».


Nell'articolo:

Nell'articolo:
 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Acqua
 
Tag citati: Altreconomia, Censis, Ferrarelle, Fonti di Vinadio, Fortuna Ettore, Legambiente, Lete, Mineracqua, Norda, San Benedetto, Sanpellegrino

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati
Acqua