01/05/2015
Largo Consumo 05/2015 - pagina 103 - Notizia breve - 1/6 di pagina
 
 

La trappola per topi ora è “smart”

La derattizzazione compie un passo avanti grazie all’ausilio della tecnologia. La novità si chiama Smart Trap, una linea di trappole “intelligenti” in grado di avvisare dell’avvenuta cattura tramite i device mobil [...] Leggi tutto

La derattizzazione compie un passo avanti grazie all’ausilio della tecnologia. La novità si chiama Smart Trap, una linea di trappole “intelligenti” in grado di avvisare dell’avvenuta cattura tramite i device mobili. Messe a punto da Anticimex, si tratta di scatole che non richiedono energia essendo auto-alimentate per mezzo di pannelli solari integrati e soprattutto ecologiche in quanto fanno a meno di esche tossiche, caratteristica questa che ne consente l’impiego anche in ambienti chiusi, sia in ufficio che in casa persino in presenza di bambini. Ogni volta che i sensori incorporati rilevano un passaggio o la trappola scatta, imprigionando il roditore, grazie alla connessione GPRS viene inviato un “alert” via sms o e-mail in modo da essere sempre informati sull’andamento della caccia. Grazie alla raccolta dati a cura di Anticimex, finalizzata a verificare anche l’efficacia del servizio, i clienti vengono liberati anche dalla necessità di dover eliminare fisicamente gli esemplari catturati

 
Autore: Redazione di Largo Consumo
 
Tag argomenti: Attrezzature Attrezzature per l´alimentare
 
Leggi tutto
Contenuto fruibile tramite registrazione
Tag citati: Anticimex GPRS Smart Trap

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati