italiano italiano English English
20/03/2020
Largo Consumo 02/2020 - Notizia breve - Pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
 
 
Startup

La mensa online Bella & Bona incassa un round da 3 mln di dollari

La mensa aziendale online Bella & Bona ha incassato un round da 3 milioni di dollari. Lo hanno sottoscritto Plug and Play Ventures (lead investor), Rovagnati, Ambrosi, il business angel Giacomo Perotta e altri investitori del mondo della finanza e dell food delivery con esperienza in Mckinsey, BCG, JP Morgan, Goldman Sachs, Rocket Internet e Foodora. Secondo Crunchbase, l’operazione è stata condotta sulla base di una valutazione della startup di 15 milioni di dollari. Bella & Bona è stata fondata in Germania a Monaco nel maggio 2018 da Niccolo Lapini (ceo) e Matteo Cricco (cfo) e da Niccolò Ferragamo, che ha fornito l’ìnvestimento iniziale. La startup...

All'interno dell'articolo:

Tabella – I numeri di Bella & Bona nei primi 11 mesi di attività

La mensa aziendale online Bella & Bona ha incassato un round da 3 milioni di dollari. Lo hanno sottoscritto Plug and Play Ventures (lead investor), Rovagnati, Ambrosi, il business angel Giacomo Perotta e altri investitori del mondo della finanza e dell food delivery con esperienza in Mckinsey, BCG, JP Morgan, Goldman Sachs, Rocket Internet e Foodora. Secondo Crunchbase, l’operazione è stata condotta sulla base di una valutazione della startup di 15 milioni di dollari.
Bella & Bona è stata fondata in Germania a Monaco nel maggio 2018 da Niccolo Lapini (ceo) e Matteo Cricco (cfo) e da Niccolò Ferragamo, che ha fornito l’ìnvestimento iniziale. La startup consegna agli uffici aziendali pasti di qualità a un prezzo accessibile. In meno di 12 mesi, l’azienda ha consegnato più di 50 mila pasti a più di 10 mila dipendenti delle aziende clienti, riducendo considerevolmente gli sprechi e le emissioni di CO2 grazie alla consegna aggregata, al sistema di produzione snello, all’imballaggio ecologico e alla riduzione degli sprechi alimentari. Il finanziamento sarà impiegato per espandere l’azienda nella regione Dach (Germania, Austria e Svizzera), prevedere meglio le esigenze dell’utente e migliorare la sua esperienza, investendo nella tecnologia, nell’automazione dei processi robotizzati e nell’analisi predittiva.

 I numeri di Bella & Bona nei primi 11 mesi di attività
1 milione di euro di ricavi su base ARR (annual recurring revenue)
50 mila pasti consegnati a oltre 10 mila dipendenti
oltre 50 clienti tra cui Siemens, Mindspace e Mates
Fonte: elaborazione di Largo Consumo su dati aziendali
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Ristorazione Innovazione Private equity
 
Tag citati: Ambrosi , Bcg, Bella & Bona, Cricco Matteo, Crunchbase, Ferragamo Niccolò, Foodora, Goldman Sachs, JP Morgan, Lapini Niccolò, McKinsey, Perotta Giacomo, Plug and Play Ventures, Rocket Internet, Rovagnati

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati