italiano italiano English English
02/12/2019
Largo Consumo 12/2019 - Approfondimento - pagina 43 - 2 pagine e 2/3 - Sala Carlo
 
 
Distillati

La grappa italiana guarda all’estero

Nel 2018, come è emerso in occasione della 73esima assemblea di Assodistil lo scorso giugno, la produzione di grappa in Italia si è attestata su un volume pari a 85.000 ettanidri (un ettanidro equivale a 100 litri di alcol anidro, cioè puro, a 100 gradi), in leggera diminuzione (-3%) rispetto al 2017. Di contro, tuttavia, i produttori di grappa hanno registrato un incremento del 4% delle esportazioni, frutto - secondo i dati Istat - di un incremento del 50% delle vendite oltre confine di grappa sfusa a fronte di un calo del 15% delle vendite relative alla grappa imbottigliata (quest’ultimo calo è stato pure fotografato, Paese per Paese, nell’assemblea generale di Federvini a maggio 2019). La Germania resta il principale mercato estero sia per la grappa sfusa (da sola ha assorbito l’86% dei volumi esportati, contro il 6% della Spagna, secondo principale mercato estero) che per quella imbottigliata (con una quota del 60% contro il 10% della Svizzera, secondo miglior acquirente estero della produzione italiana).


Nell'articolo:

Nell'articolo:
 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Superalcolici, spiriti e amari
 
Tag citati: Assodistil, Belvedere Mazzetti Silvia, Bottega, Bottega Spa, Bottega Stefano , Coldiretti, Confagricoltura, Distilleria Andrea Da Ponte, Distilleria Bottega, Distilleria Marzadro, Distillerie Bonollo, Distillerie Franciacorta, Distillerie Marzadro, Federvini, Istat, Marzadro Alessandro, Maschio Bonaventura, Mazzetti d´Altavilla, Osservatorio Pambianco, Rizzo Maria Assunta, Roner, Roner Karin, Santi Nicoletta, Stock, Stock Spirits, Umberto Bonollo, Vernazza Armando, Zara Francesco

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati