01/09/2015
Largo Consumo 09/2015 - Approfondimento - pagina 75 - 3 pagine - Massi Fabio
 
 
Giocattoli

La gdo canale strategico

Il reparto giocattoli dei punti vendita della grande distribuzione organizzata in Italia ha assunto negli anni un’importanza via via crescente, sia in termini di volumi venduti sia di assortimenti proposti. Nelle ultime settimane dell’anno, poi, soprattutto a ridosso del Natale, il giro d’affari che si genera in gdo può raddrizzare l’andamento di un’intera stagione economica per il comparto dei produttori di articoli ludici per bambini, com’è accaduto lo scorso anno. Nel nostro Paese il solo settore dei giocattoli – secondo i dati di Assogiocattoli, l’associazione di categoria che rappresenta praticamente tutte le aziende del comparto – vale poco più di 1 miliardo di euro, se si escludono i segmenti delle biciclette per bambini, decorazioni natalizie e carrozzine/passeggini.

 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Giocattoli
 
Tag citati: Disney Frozen, Doc McStuffins, Polistil piste, "Lego Friends", Action Figures, Amazon, Anelli Andrea, Angori Andrea, Aspaig service, Assogiocattoli, Barbie, Bburago Ferrari , Binney & Smith, Building sets, Canta tu, Cars Ice Racing, Chi Chi Love, Clempad, Coloru Giandiego , Disney, Furby boom, Lego City, Lego Italia, MacDue , Majorette, Masha e Orso, Melli Pierpaolo, Ninja Turtles, Npd retail tracking service Italy, Pedron Nicola, Pegaso Giochi, Peppa Pig, Peuto Matteo, Reel toys, Rosetti Marco, Simba Dickie Group, Simba Toys italia , Spiderman, Spongebob, Stefanelli Emiliano, traditional Toys, Transformers, Unicoop Firenze, Violetta, Warner Bros, Winx, Youth electronics

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati