italiano italiano English English
22/12/2017
Largo Consumo 12/2017 - Notizia breve - Pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
 
 
Grano e pasta

La filiera firma un protocollo d’intesa

Arriva un protocollo d'intesa per aumentare la produzione di grano duro. Lo firmano Alleanza delle cooperative alimentari, Confagri, Cia, Copagri, Aidepi, Italmopa. Un vero e proprio patto di filiera in 5 punti, per rafforzare la competitività della pasta italiana, incentivandone la produzione sostenibile e la tracciabilità del grano duro, e sostenendo gli agricoltori che scelgono di puntare sulla qualità. I firmatari rappresentano complessivamente poco meno della metà di tutta l'agroindustria italiana, per un valore di circa 60 miliardi di euro. Per quanto riguarda il mondo agricolo, parliamo di oltre [...]

Nell'articolo:

  • Gli obiettivi del protocollo d’intesa per il grano duro

Arriva un protocollo d'intesa per aumentare la produzione di grano duro. Lo firmano Alleanza delle cooperative alimentari, Confagri, Cia, Copagri, Aidepi, Italmopa. Un vero e proprio patto di filiera in 5 punti, per rafforzare la competitività della pasta italiana, incentivandone la produzione sostenibile e la tracciabilità del grano duro, e sostenendo gli agricoltori che scelgono di puntare sulla qualità.

I firmatari rappresentano complessivamente poco meno della metà di tutta l'agroindustria italiana, per un valore di circa 60 miliardi di euro. Per quanto riguarda il mondo agricolo, parliamo di oltre 3 milioni di associati, 1,1 milioni di imprese e 5.000 cooperative distribuite su tutto il territorio nazionale. Circa il comparto molitorio, oltre l'80% della capacità totale di trasformazione del frumento in Italia, mentre per l'industria della pasta, l'80% di un settore storico che conta 100 imprese, dà lavoro a 7.500 addetti e genera 4,7 miliardi di euro.

L'Italia è 1a al mondo per produzione (3,6 milioni di t annue) ed export di pasta (2 milioni di t), ma questo primato è a rischio per 3 motivi: la forte concorrenza internazionale, specie da Turchia e Egitto, l’insufficienza a coprire il fabbisogno nazionale (70%), la scarsità di grano adatto alla pastificazione (30%).

Gli obiettivi del protocollo d’intesa per il grano duro
Incrementare la disponibilità di grano duro nazionale di qualità e prodotto in modo sostenibile
Incentivare e sostenere l'agricoltura virtuosa con premi di produzione
Concentrare progressivamente l'offerta di grano duro e censire i centri di stoccaggio idonei alla conservazione
Stimolare formazione, ricerca e innovazione nella filiera italiana grano-semola-pasta
Promuovere e difendere un'immagine forte della pasta italiana e garantirne la sicurezza
Fonte: elaborazione di Largo Consumo su dati ufficiali
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Pasta Agricoltura Associazioni e Consorzi Etica MADE IN ITALY
 
Tag citati: Aidepi, Alleanza delle cooperative alimentari, Cia, Confagri, Copagri, Italmopa

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati