italiano italiano English English
03/07/2017
Largo Consumo 06/2017 - Notizia breve - pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
 
 
Riciclo

La diversificazione del Contributo Ambientale per gli imballaggi in plastica è realtà

La diversificazione del Contributo Ambientale per gli imballaggi in plastica è ora realtà: secondo quanto ratificato dal Consiglio di Amministrazione di CONAI, a partire dal 1° maggio, è stata avviata la transizione verso il nuovo sistema, che premierà i rifiuti di imballaggio più facilmente selezionabili e riciclabili. Terzo criterio guida per l’applicazione del contributo ambientale sarà il circuito di destinazione prevalente, con agevolazioni per gli imballaggi maggiormente conferiti nel circuito commerciale e industriale rispetto a quello domestico. La fase di test iniziata il 1° maggio consentirà alle aziende di far fronte ai cambiamenti previsti dalle nuove modalità dichiarative. Da questa data sarà infatti disponibile [...]

All'interno dell'articolo:

- L'Entità del Contributo Ambientale per materiale

La diversificazione del Contributo Ambientale per gli imballaggi in plastica è ora realtà: secondo quanto ratificato dal Consiglio di Amministrazione di CONAI, a partire dal 1° maggio, è stata avviata la transizione verso il nuovo sistema, che premierà i rifiuti di imballaggio più facilmente selezionabili e riciclabili. Terzo criterio guida per l’applicazione del contributo ambientale sarà il circuito di destinazione prevalente, con agevolazioni per gli imballaggi maggiormente conferiti nel circuito commerciale e industriale rispetto a quello domestico.

La fase di test iniziata il 1° maggio consentirà alle aziende di far fronte ai cambiamenti previsti dalle nuove modalità dichiarative. Da questa data sarà infatti disponibile la nuova modulistica, che diventerà obbligatoria a partire dalle dichiarazioni di competenza di luglio 2017. Durante la fase di test rimarrà comunque invariato e unico il valore del Contributo Ambientale plastica, pari a 188,00 €/ton. L’applicazione del contributo ambientale diversificato per gli imballaggi in plastica andrà a regime a partire dal 1° gennaio 2018, mentre entro l’estate saranno resi noti i valori delle tre fasce contributive.

“Per premiare adeguatamente” ha commentato Roberto De Santis, Presidente di CONAI, “la ricerca e l’impegno verso imballaggi più orientati all’economia circolare, abbiamo deciso un anno fa di cominciare dalla diversificazione contributiva degli imballaggi in plastica; dopo un  complesso lavoro che ha coinvolto l’intera filiera dalla produzione al riciclo, entriamo ora nella fase operativa. L’obiettivo è quello di fare prevenzione, cioè di rendere sempre più conveniente la produzione e l’utilizzo di imballaggi più sostenibili e più facilmente riciclabili”.

 

L'ENTITÀ DEL CONTRIBUTO AMBIENTALE PER MATERIALE  
Acciaio 13,00 euro/ton
Alluminio 45,00 euro/ton
Carta 4,00 euro/ton
Legno 7,00 euro/ton
Plastica 188,00 euro/ton
Vetro 17,30 euro/ton (16,30 euro/ton dal 1° luglio 2017)
Fonte: CONAI                                               Largo Consumo
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Ambiente Riciclo e recupero Imballaggio Plastica Imballaggio in plastica Materie prime
 
Tag citati: Conai, Contributo Ambientale plastica, De Santis Roberto

Notizie correlate