italiano italiano English English
28/09/2018
Largo Consumo 09-2018 - Approfondimento - pagina 78 - 1 pagina - Latella Elisa
 
 
Insegne

La Mafia a tavola? Lo vieta la Carta

Non ci può essere niente di caricaturale quando si parla di crimine organizzato. Il 15 marzo 2018 la Corte dell’Unione europea nella causa T 1-17 ha chiarito che il marchio spagnolo ‘La Mafia se sienta a la mesa’ (la Mafia si siede a tavola), usato per i servizi di ristorazione, è “contrario all’ordine pubblico”, accogliendo la richiesta dell’Italia, che già nel 2015 aveva chiesto e ottenuto dall’Euipo (Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale) l’annullamento della registrazione, chiesta quasi dieci anni prima dalla società spagnola La Honorable Hermandad (alla quale è succeduta La Mafia Franchises). Non soddisfatta, la Mafia Franchises ha adito il tribunale dell’Ue per chiedere l’annullamento della decisione. Con la recente sentenza, il tribunale respinge il ricorso confermando che il marchio “trasmette un’immagine complessivamente positiva” della mafia...

 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Ristorazione Normativa Crimine Etica
 
Tag citati: La Honorable Hermandad, La Mafia Franchises, UE

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati