06/07/2016
Largo Consumo 06/2016 - Notizia breve - pagina 57 - 1/9 di pagina - Redazione
 
 
Brevi

La Francia punta sul km zero

La Francia vuole dare impulso alle produzioni a km 0 e ha varato per questo una nuova normativa che impone alle mense scolastiche e ospedaliere di ricorrere a cibi provenienti dalla filiera corta. Queste strutture entro il 2020 dovranno mettere a disposizione pasti per almeno il 40% basati su prodotti a km 0, di stagione e frutto di coltivazioni sostenibili, con una quota di almeno il 20% di biologico.

La Francia vuole dare impulso alle produzioni a km 0 e ha varato per questo una nuova normativa che impone alle mense scolastiche e ospedaliere di ricorrere a cibi provenienti dalla filiera corta. Queste strutture entro il 2020 dovranno mettere a disposizione pasti per almeno il 40% basati su prodotti a km 0, di stagione e frutto di coltivazioni sostenibili, con una quota di almeno il 20% di biologico. All’origine della legge è l’iniziativa di una deputata ambientalista della Dordogna, Brigitte Allain, che ha lanciato una petizione tramite l’ong Agir Pour l’Environment che ha portato a raccogliere in 5 giorni 100.000 firme presentate a sostegno della richiesta all’Assemblea Nazionale.

 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Ristorazione Biologico
 
Tag citati: Agir Pour l'Environment, Allain Brigitte, Assemblea Nazionale

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati