italiano italiano English English
11/07/2017
Largo Consumo 06/2017 - Notizia breve - pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
 
 
Fiere

L'alleanza tra Rimini e Vicenza produce 6,6 milioni di utili

I 6,6 milioni di utile netto con cui Ieg-Italian Exhibition group, nato dalla fusione tra Rimini Fiera e Fiera di Vicenza, chiude il suo primo bilancio pro-forma «sono una cifra che non ha uguali nel settore fieristico italiano, corrisponde a una crescita su base annua del 20%, superiore alle nostre previsioni, e ci permette oggi di proporre ai soci un dividendo di 18 centesimi per azione, il doppio rispetto alla cedola ordinaria dell’anno precedente». Lorenzo Cagnoni, presidente del secondo player fieristico italiano dopo Milano per fatturato, commenta così l’ultima riga del bilancio Ieg, all’uscita dal Cda che ha approvato il consolidato 2016. «È l’ultima riga del conto economico quella che rileva per decidere [...]

All'interno dell'articolo:

- I numeri Rimini-Vicenza nel 2016

I 6,6 milioni di utile netto con cui Ieg-Italian Exhibition group, nato dalla fusione tra Rimini Fiera e Fiera di Vicenza, chiude il suo primo bilancio pro-forma «sono una cifra che non ha uguali nel settore fieristico italiano, corrisponde a una crescita su base annua del 20%, superiore alle nostre previsioni, e ci permette oggi di proporre ai soci un dividendo di 18 centesimi per azione, il doppio rispetto alla cedola ordinaria dell’anno precedente». Lorenzo Cagnoni, presidente del secondo player fieristico italiano dopo Milano per fatturato, commenta così l’ultima riga del bilancio Ieg, all’uscita dal Cda che ha approvato il consolidato 2016.

«È l’ultima riga del conto economico quella che rileva per decidere aggregazioni, investimenti, internazionalizzazione, insomma, per crescere», prosegue Cagnoni, commentando i rumors circolati a Bologna sulla nuova geometria fieristica che sta prendendo forma nel Nord Italia, con scambi azionari in itinere tra Bologna e Parma e l’ipotesi di allargarli a Verona. «Tutti stiamo guardando a manovre a largo raggio e tutti stiamo dialogando con tutti nel settore. Verona è indubbiamente il partner oggi più interessante per noi, ma l’unico scopo di queste manovre deve essere industriale, non certo alzare l’asticella dimensionali per superarsi a vicenda». Cagnoni conferma le parole del sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, primo azionista di Ieg, secondo cui «ulteriori aggregazioni sono indispensabili per stare sui mercati globali, senza preclusioni, e penso anche a Milano, se serve a consolidare un polo fieristico nazionale capace di tener testa ai quartieri tedeschi e a Parigi».

 

I NUMERI RIMINI-VICENZA NEL 2016                                  
Manifestazioni totali 59
Congressi ed eventi 216
Espositori 14.593
Visitatori complessivi Quasi 2,5 milioni
Fatturato preconsuntivo 124,8 mln
Ebitda 21,9 mln
Fonte: Elaborazione Largo Consumo su dati ufficiali
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Fiere Rating Merger e Acquisition
 
Tag citati: Cagnoni Lorenzo, Cda, Fiera di Vicenza, Gnassi Andrea, Ieg, Ieg-Italian Exhibition group, Rimini Fiera

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati