30/03/2016
Largo Consumo 03/2016 - Notizia breve - 1 pagina - pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
 
 
Integratori alimentari

L’impegno di FederSalus per certificare Pratiche di Buona Fabbricazione e sostenere l’internazionalizzazione

La filiera italiana dell’integratore alimentare rappresenta un’eccellenza a livello mondiale ma ancora molto si deve fare per superare le barriere con cui si trovano a fare i conti le nostre imprese per esportare, a cominciare dalla certificazione delle Pratiche di Buona Fabbricazione (Good Manufacturing Practices - GMP): questo il tema al centro del convegno FederSalus “Innovation and GMP-based Quality System in Food Supplements Market. Focus on Health and Beauty”, tenutosi il 18 marzo nell’ambito di Nuce Health World Expo 2016.

La filiera italiana dell’integratore alimentare rappresenta un’eccellenza a livello mondiale ma ancora molto si deve fare per superare le barriere con cui si trovano a fare i conti le nostre imprese per esportare, a cominciare dalla certificazione delle Pratiche di Buona Fabbricazione (Good Manufacturing Practices - GMP): questo il tema al centro del convegno FederSalus “Innovation and GMP-based Quality System in Food Supplements Market. Focus on Health and Beauty”, tenutosi il 18 marzo nell’ambito di Nuce Health World Expo 2016 di cui l’Associazione è main partner.

 

Il mercato globale degli integratori alimentari vale oltre 66 miliardi di euro e le prospettive di maggiore crescita riguardano il mercato americano e asiatico (USA, Cina, Giappone, Corea del Sud). Che l’apertura ai mercati esteri sia un driver fondamentale per la crescita lo confermano le imprese associate a FederSalus che negli anni hanno avviato un percorso internazionale; il Centro Studi FederSalus ha rilevato che il 76% delle imprese associate ha già un fatturato derivante da export o è fortemente interessato ad avviare attività internazionali. Nel nostro Paese, tuttavia, a differenza di quanto accade per i prodotti farmaceutici e cosmetici, non è ancora possibile accedere ad una certificazione ufficialmente riconosciuta delle GMP per gli integratori alimentari, senza la quale l’esportazione verso molti Paesi esteri risulta complicata o inibita.

 

In questo contesto si inserisce l’impegno di FederSalus per la certificazione delle best practices degli standard qualitativi raggiunti dal settore industriale degli integratori alimentari da parte delle Autorità nazionali e enti riconosciuti a livello internazionale. Implementare e certificare le Pratiche di Buona Fabbricazione nel processo produttivo significa non solo assicurarsi l'accesso a tutti i mercati europei e mondiali, ma anche migliorare l'efficienza operativa, promuovere l'immagine stessa delle aziende e mantenere la fiducia del consumatore.

 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Integratori alimentari e salini
 
Tag citati: Pratiche di Buona Fabbricazione Good Manufacturing Practices Gmp Federsalus “Innovation and GMP-based Quality System in Food Supplements Market. Focus on Health and Beauty” Nuce Health World Expo 2016 Associazione Centro Studi FederSalus Paese Paesi Autorità nazionali

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati