01/12/2015
Largo Consumo 12/2015 - pagina 82 - Notizia breve - 1/7 di pagina
 
 

L’errore del Gps finisce in tragedia

Tragica conclusione di una gita turistica di una coppia di anziani brasiliani che volevano raggiungere una spiaggia ma si sono ritrovati in una favela dove la donna è stata uccisa. Colpa di un errore di Waze, il navigatore satellitare social per smartphone di Google . E’ successo in Brasile dove i d [...] Leggi tutto

Tragica conclusione di una gita turistica di una coppia di anziani brasiliani che volevano raggiungere una spiaggia ma si sono ritrovati in una favela dove la donna è stata uccisa. Colpa di un errore di Waze, il navigatore satellitare social per smartphone di Google . E’ successo in Brasile dove i due coniugi, Francesco Murmura, 69 anni, e la moglie Regina di 70 anni, titolari di un’agenzia di viaggi, volevano recarsi in Avenida Quintino Bocaiúva, splendido tratto di mare nello Stato di Rio De Janeiro, e si sono invece ritrovati in Rua Quintino Bocaiúva, nel cuore di una Favela dove l’auto su cui viaggiavano è stata colpita da 20 proiettili, si pensa sparati dagli affiliati di una gang di narcos. L’uomo, riuscito a fuggire a bordo della propria auto, è corso subito in ospedale, ma per Regina, morta sul colpo, non c’è stato niente da fare.

 
Autore: Redazione di Largo Consumo
 
Tag argomenti: Internet Tempo libero e Intrattenimento Turismo
 
Leggi tutto
Contenuto fruibile tramite registrazione
Tag citati: Murmura Francesco Google Mormura Regina Waze

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati