italiano italiano English English
02/11/2018
Largo Consumo 11/2018 - Approfondimento - pagina 47 - 1 pagina e 2/3 - Cozzi Simona
 
 
Analisi: Farine

L’Italia macina ancora

Secondo i dati Federalimentare, per quanto riguarda la produzione alimentare, il 2017 ha segnato un aumento dell’1,7% sull’anno precedente, portando il settore al livello di produzione del 2007, ultimo anno precrisi. Il fatturato ha, quindi, fatto registrare un incremento superiore alle aspettative, aumentando del 3,8% rispetto al 2016 e attestandosi a quota 137 miliardi. Segnali positivi che fanno sperare in una risalita dell’economia italiana. All’interno di questo contesto si collocano anche i dati riguardanti il comparto molitorio e diramati da Italmopa, Associazione industriali mugnai d’Italia, in occasione dell’assemblea generale annuale. Con un incremento di circa 49.000 t rispetto allo scorso anno, nel 2017 il volume dei prodotti dell’industria molitoria si è attestato su circa 11 milioni di t, registrando un fatturato pari a 3,467 miliardi di euro (1,674 nel comparto della trasformazione del frumento duro e 1,793 in quello della trasformazione del frumento tenero). L’impiego di sfarinati di frumento tenero e di frumento duro nel 2017 si sarebbe complessivamente attestato in 7.785.000 t, con un incremento dello 0,4% rispetto al 2016 (7.751.000 t).


Nell'articolo:
  • Box: Molini aperti al pubblico
  • I numeri del mercato molitorio, 2017

Nell'articolo:
  • Box: Molini aperti al pubblico
  • I numeri del mercato molitorio, 2017
 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Farina Pane
 
Tag citati: Agugiaro Giorgio, De Sortis Cosimo, Federalimentare, Istat, Italmopa, Unesco

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati