01/04/2016
Largo Consumo 04/2016 - pagina 95 - Notizia breve - 1/8 di pagina
 
 

L’Internet delle Cose sul collare di Fido

Dopo Internet delle Cose, ecco Internet degli animali, con collari, per cani e gatti, in grado di rimanere collegati con il proprietario via Bluetooth per conoscere, direttamente dallo smartphone, ogni loro tipo di esigenza. La novità arriva dal Giappone dove l’ Anicall ha sviluppato il sistema “Tsu [...] Leggi tutto

Dopo Internet delle Cose, ecco Internet degli animali, con collari, per cani e gatti, in grado di rimanere collegati con il proprietario via Bluetooth per conoscere, direttamente dallo smartphone, ogni loro tipo di esigenza. La novità arriva dal Giappone dove l’Anicall ha sviluppato il sistema “Tsunagaru-call”, una tecnologia indossabile che trasmette informazioni utili interpretandole dai movimenti del pet. Sono almeno 40 i movimenti che la piattaforma è in grado di analizzare, trasformandoli in dati da inviare su un’apposita applicazione da scaricare sul proprio cellulare.

 
Autore: Redazione di Largo Consumo
 
Tag argomenti: Internet Pet food e Pet care
 
Leggi tutto
Contenuto fruibile tramite registrazione
Tag citati: Anicall Bluetooth Internet degli animali “Internet delle cose” “Tsunagaru-call”

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati