italiano italiano English English
06/04/2018
Largo Consumo 03/2018 - Approfondimento - pagina 14 - 1 pagina - Magna Laura
 
 
Arredamento

L’“Ikea d’Africa” nei guai

L'“Ikea d’Africa” rischia in verità di passare alla storia più come la Enron di Johannesburg. Così, tra stereotipi giornalistici e scandali finanziari veri, si trascina la vicenda di Steinhoff International, colosso della grande distribuzione nato in Germania, “emigrato” inAfrica e cresciuto negli anni recenti grazie a una aggressiva campagna acquisti. Oggi il gruppo controlla 40 catene in oltre 30 Paesi, ha più di 12.000 negozi e 130.000 dipendenti, di cui 50.000 in Sud Africa. Una strada tutta in salita che ha inizio nel 1964 quando Bruno Steinhoff entra nel commercio dell’arredamento low cost che vende in Germania Occidentale e Orientale. Il business viene allargato al Sud Africa nel 1997 e l’anno dopo arriva la quotazione alla Borsa africana...


Nell'articolo:

Nell'articolo:
 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Mobili e arredamento Credito e Banche
 
Tag citati: Bank of America, Bnp Paribas, Booysen Steve , Carrefour, Citigroup, Conforama, Deloitte, Dieperink Philip , du Preez Louis, Enron, FirstRand, Geldenhuys Johan, Hertz, Hsbc, Ikea, Jooste Markus, Moody´s, Nodale Alexandre, Pic, Showroomprive, Sonn Heather, Standard Bank, Steinhoff Bruno, Steinhoff Europe AG, Steinhoff International, van derMerwe Danie, van Zyl Johan, Wiese Christo

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati