italiano italiano English English
22/06/2018
Largo Consumo 06/2018 - Notizia breve - Pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
 
 
Acqua pubblica

L’Emilia Romagna beve dal rubinetto

Secondo una ricerca commissionata da Aqua Italia (Anima-Confindustria) a Open mind research, in Emilia Romagna l’86,6% della popolazione italiana ha bevuto acqua del rubinetto (trattata e non) negli ultimi 12 mesi: un incremento notevole se si considera che nel 2016 il dato si attestava al 52,1%. L’Emilia Romagna è la Regione con la più alta penetrazione di sistemi domestici per il trattamento dell’acqua. Infatti, nel 29,4% dei casi si rileva la presenza di almeno un sistema di affinaggio. Tra questi, il 20,1% è rappresentato dalle caraffe filtranti (nel 2016 era il 17,4%) seguite dagli apparecchi a osmosi inversa e da quelli per l’eliminazione del cloro abbinati a refrigerazione e gasatura che si attestano al 2,9%. Il 27,6% degli intervistati ha dichiarato di [...]

Nell'articolo:

  • I bevitori di acqua del rubinetto in Italia: le abitudini in %

Secondo una ricerca commissionata da Aqua Italia (Anima-Confindustria) a Open mind research, in Emilia Romagna l’86,6% della popolazione italiana ha bevuto acqua del rubinetto (trattata e non) negli ultimi 12 mesi: un incremento notevole se si considera che nel 2016 il dato si attestava al 52,1%.

L’Emilia Romagna è la Regione con la più alta penetrazione di sistemi domestici per il trattamento dell’acqua. Infatti, nel 29,4% dei casi si rileva la presenza di almeno un sistema di affinaggio. Tra questi, il 20,1% è rappresentato dalle caraffe filtranti (nel 2016 era il 17,4%) seguite dagli apparecchi a osmosi inversa e da quelli per l’eliminazione del cloro abbinati a refrigerazione e gasatura che si attestano al 2,9%. Il 27,6% degli intervistati ha dichiarato di aver sottoscritto un abbonamento di manutenzione periodica.

Fuori casa

Inoltre, si è indagato su quanto in Emilia Romagna i cittadini siano propensi a bere acqua trattata del rubinetto fuori casa. Il 29,6% la beve negli esercizi commerciali e il 44,8% la berrebbe se gliela offrissero. Si è anche chiesto quanti conoscano il servizio offerto dai chioschi che mettono a disposizione dei cittadini acqua potabile trattata e non, refrigerata o addizionata di anidride carbonica.

Dal 2016 a oggi i cittadini che usano/userebbero il servizio sono passati dal 19,3% al 50,5% degli intervistati. In particolare poi, il 62,7% sa se il Comune di residenza offre o meno il servizio: nel 55,7% dei casi il Comune aderisce all’iniziativa.

Per la 1a volta, infine, si è indagato sulla preoccupazione dei residenti nei confronti della presenza di sostanze contaminanti nell’acqua del rubinetto. Il 46,6% si è dichiarato preoccupato e il 24,8% no.

I bevitori di acqua del rubinetto in Italia: le abitudini in %
la beve sempre o quasi
52,2%
la beve per comodità
26,2%
la beve per la sua bontà
25,5%
Fonte: elaborazione di Largo Consumo su dati Open mind research
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Consumi e Consumatori Acqua Pubblica amministrazione Ricerche di mercato
 
Tag citati: Anima, Aqua Italia, Confindustria, Open mind research

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati
Acqua