italiano italiano English English
01/02/2019
Largo Consumo 02/2019 - Approfondimento - pagina 124 - 1 pagina - Redazione di Largo Consumo
 
 
Studi e ricerche

Italiani insostenibilmente leggeri verso la privacy on line

Una fotografia dell’atteggiamento degli italiani riguardo ai dati personali, alla loro protezione e valore proviene dalla ricerca “L’insostenibile leggerezza del dato” condotta da PHD Italia. Ne emerge un profilo non privo di contraddizioni della media del campione, preoccupato per la privacy on line ma non altrettanto attento a proteggerla, consapevole del valore commerciale dei dati personali, ma poco informato su come utilizzarli. Desideroso in ogni caso di potere avere maggiore controllo sulle informazioni fornite, perché non molto convinto di una gestione trasparente da parte delle aziende. Inoltre disponibile a valutare se e che genere di informazioni fornire in cambio di un corrispettivo economico.A dirsi preoccupati per la privacy on line sono circa 6 italiani su 10 (il 62%) e quasi 7 su 10 (67%) manifestano una preoccupazione sensibilmente aumentata rispetto al passato.

 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Privacy Internet
 
Tag citati: Omnicom Media Group, PHD Italia

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati