01/09/2015
Largo Consumo 09/2015 - pagina 127 - Notizia breve - 1/6 di pagina
 
 

Integrativo sospeso in Ikea

Ikea Italia ha deciso di non rinnovare il contratto integrativo aziendale. L’azienda, che ha avviato un anno fa il confronto con le organizzazioni sindacali di categoria sul tema, ha infatti comunicato la sua intenzione di “ridiscuterne i contenuti, guidati, oggi come in passato, dai valori aziendal [...] Leggi tutto

Ikea Italia ha deciso di non rinnovare il contratto integrativo aziendale. L’azienda, che ha avviato un anno fa il confronto con le organizzazioni sindacali di categoria sul tema, ha infatti comunicato la sua intenzione di “ridiscuterne i contenuti, guidati, oggi come in passato, dai valori aziendali e ispirati a principi di equità sociale e corresponsabilità”. Il motivo dell’apertura di questo nuovo fronte negoziale, secondo quanto precisa la nota Ikea, non è quello di eliminare le maggiorazioni festive e domenicali, “ma solo discutere su come renderle più eque per tutti (oggi alcune sono al 130% mentre altre al 30%) e su come ripartire meglio le presenze”. La proposta della multinazionale è quella di rivedere l’attuale sistema di premi (aziendali e di partecipazione) per armonizzarle con le logiche di Gruppo valide in molti altri Paesi sulla cui base è previsto che responsabili e collaboratori lavorino con gli stessi obiettivi.

 
Autore: Redazione di Largo Consumo
 
Tag argomenti: Mobili e arredamento Risorse umane
 
Leggi tutto
Contenuto fruibile tramite registrazione
Tag citati: Ikea Ikea Italia

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati