italiano italiano English English
26/04/2018
Largo Consumo 04/2018 - Notizia breve - pagina 143 - 1/3 di pagina - Redazione di Largo Consumo
 
 
Biblioteca

Imparare dal concetto di “slow” a fare del marketing vincente

Slow brand. Vincere imparando a correre più lentamente. A quattro anni dall’uscita della prima edizione di questo fortunato titolo, l’autrice, Patrizia Musso, tra i maggiori esperti e studiosi italiani di internal ed external branding, ideatrice e direttrice dal 2001 dell’osservatorio Brandforum.it, torna sull’argomento aggiornando i risultati delle proprie analisi. Il concetto di “slow”, che ha trovano una delle sue declinazioni più note e apprezzate in quello di “slow food”, rappresenta una delle tendenze più forti in una società che sempre più rifiuta forme estreme e dannose di consumismo, esprimendo un desiderio aspirazionale a una vitameno condizionata da ritmi frenetici e stressanti...

Slow brand. Vincere imparando a correre più lentamente. A quattro anni dall’uscita della prima edizione di questo fortunato titolo, l’autrice, Patrizia Musso, tra i maggiori esperti e studiosi italiani di internal ed external branding, ideatrice e direttrice dal 2001 dell’osservatorio Brandforum.it, torna sull’argomento aggiornando i risultati delle proprie analisi. Il concetto di “slow”, che ha trovano una delle sue declinazioni più note e apprezzate in quello di “slow food”, rappresenta una delle tendenze più forti in una società che sempre più rifiuta forme estreme e dannose di consumismo, esprimendo un desiderio aspirazionale a una vita meno condizionata da ritmi frenetici e stressanti. Questo trend si riflette sull’organizzazione stessa delle aziende che, sempre più numerose, operano al “rallentatore”, per esempio nei tempi di contatto con i consumatori sia nelle forme dell’advertising tradizionale che digitale, che nel retail, e questo inmodo da coniugare sostenibilità e successo di vendita, agganciandosi a valori forti e a contenuti di spessore attraverso concetti in grado di far riflettere. In questo tipo di operazione anche i dipendenti stessi finiscono per assumere un ruolo chiave, diventandone testimonial. In che modo un brand può reinventarsi da questo punto di vista? Rileggendo in chiave “slow” tutti gli strumenti della comunicazione d’impresa e riunendoli sotto 4 grandi aree tematiche: lo slow advertising, gli slow places, le slow factory e le slow web.

 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Editoria Libri Marca o branding
 
Tag citati: Brandforum.it, Franco Angeli, Musso Patrizia

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati