italiano italiano English English
05/09/2017
Largo Consumo 07-08/2017 - Notizia breve - Pubblicato online - Redazione di Largo Consumo
 
 
Logistica

Il veicolo commerciale di ultima generazione si chiama CargoPod

Dalla collaborazione tra il supermarket online britannico Ocado e OxBotica, uno spinoff della Oxford University specializzato in sistemi autonomi, è nato il progetto di sistema a guida autonoma CargoPod, concretizzato di recente nella zona di Greenwich. Si tratta di un veicolo a guida autonoma per la consegna di prodotti che nel corso del test ha servito un centinaio di clienti muovendosi in una vera zona residenziale.
Il progetto è collegato a una più ampia azione di sviluppo di vari enti britannici nell'ambito dei veicoli a guida autonoma. Il suo "compito" specifico è stato dimostrare la fattibilità della distribuzione di merci nel cosiddetto (genericamente) ultimo miglio [...]

Dalla collaborazione tra il supermarket online britannico Ocado e OxBotica, uno spinoff della Oxford University specializzato in sistemi autonomi, è nato il progetto di sistema a guida autonoma CargoPod, concretizzato di recente nella zona di Greenwich. Si tratta di un veicolo a guida autonoma per la consegna di prodotti che nel corso del test ha servito un centinaio di clienti muovendosi in una vera zona residenziale.
Il progetto è collegato a una più ampia azione di sviluppo di vari enti britannici nell'ambito dei veicoli a guida autonoma. Il suo "compito" specifico è stato dimostrare la fattibilità della distribuzione di merci nel cosiddetto (genericamente) ultimo miglio, la tratta che va dai centri di distribuzione sino ai clienti. Il punto di vista con cui è stato sviluppato OxBotica è che adottare reti di distribuzione con veicoli elettrici nelle aree residenziali e commerciali ridurrebbe l'inquinamento, sia ambientale sia acustico.
CargoPod è stato progettato come sistema autonomo e funziona effettivamente in tal senso. OxBotica è partita da un piccolo veicolo commerciale e l'ha arricchito dotandolo di telecamere, sistemi Lidar e software per la guida autonoma. Il test con Ocado - particolarmente interessata al tema perché non ha punti vendita fisici - è stato portato però avanti su strade aperte al pubblico e non in un ambiente controllato, quindi a bordo c'è un guidatore umano che interviene solo in caso di emergenza. CargoPod è stato anche un test sul campo di come integrare un complesso di sistemi software, oltre che ovviamente un test reale per la guida autonoma. La piattaforma di Ocado per la gestione degli ordini online ha dovuto passare parte delle sue informazioni a Caesium, il sistema di fleet management che OxBotica ha sviluppato per i veicoli a guida autonoma e che pianifica gli spostamenti dei veicoli in funzione delle consegne.
A bordo di CargoPod c'è il software per la guida autonoma di OxBotica: Selenium. Questo si occupa di portare il veicolo alla destinazione di consegna e controlla parzialmente la consegna stessa. All'arrivo il sistema blocca il veicolo, attiva la consegna aprendo lo scomparto del van che contiene i prodotti collegati alla posizione e attende una conferma dell'operatore prima di riprendere il suo percorso automatizzato.

 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Trasporti Veicoli commerciali e flotte Attrezzature per la logistica Attrezzature Innovazione
 
Tag citati: CargoPod, Ocado, OxBotica, Università di Oxford

Notizie correlate