italiano italiano English English
18/06/2019
Largo Consumo 05/2019 - Approfondimento - pagina 58 - 3 pagine - Garbagna Anna
 
 
Divertimento

Il settore dei parchi tematici

Non semplici parchi divertimento: piuttosto delle vere e proprie aziende – se non multinazionali – capaci di produrre fatturati degni di una catena di distribuzione. Lo spiega David Tommaso, direttore marketing & sales di Leolandia, parco nato nel 1971 come ‘Minitalia’, noto per l’esposizione dei più importanti monumenti italiani in miniatura. Acquistato nel 2007 dal gruppo Thorus Spa, ha assunto il nome di Minitalia Leolandia Park e in seguito, con la gestione dell’attuale presidente Giuseppe Ira, quello di “Leolandia”, si è connotato come intrattenimento tematico. «Nel 2018 il parco ha registrato +20% di fatturato pari a 37 milioni di euro», spiega Tommaso. Dati confermati anche dall’affluenza, lo scorso anno con oltre 1,1 milioni di visitatori e 900.000 biglietti staccati: «Merito della formula che prevede intrattenimento e servizi d’eccellenza. Nel 2018 ha registrato il 41% di visitatori provenienti da fuori regione...


Nell'articolo:

Nell'articolo:
 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Tempo libero e Intrattenimento Turismo
 
Tag citati: A. Iger Robert, A. Rausa Fabio, Acquario di Cala Gonone, Acquario di Cattolica, Acquario di Livorno, Acquasplash, Amicabile Fabio , Aquafan, Astuti Monica, Baldazzi Enrico, Caneva The AcquaPark, Canevaworld Resort, Costa Edutainment, Costa Stefania, Disneyland Paris, Etnaland, Gardaland, Ira Giuseppe, Italia in miniatura, Leardini Patrizia, Leolandia, Macron Emmanuel , Mangia Sabrina , Merlin Entertainments, Mirabilandia, Movieland, Oltremare, Panaque, Parco Walt Disney Studios, Russello Francesco, The Walt Disney company, Thorus Spa, Tommaso David, Zoosafari

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati