italiano italiano English English
01/10/2019
Largo Consumo 10/2019 - Approfondimento - pagina 34 - 1 pagina - Barrile Rosaria
 
 
Snack salati

Il rilancio di ICA Foods

Crick Crock si prepara a ripartire. A portare fuori dalle secche in cui è rimasto incagliato lo storico brand di snack salati, è Francesca Ossani, al timone di AT srl pronta ad acquisirne il controllo. Dopo due anni di trattative e di procedura concordataria, finalmente, infatti si è arrivati al momento del passaggio del marchio della romana Ica Foods Spa sotto il controllo della società di proprietà della Ossani. Il 3 maggio scorso il Tribunale di Velletri ha emesso il decreto di omologa del concordato preventivo presentato da Ica Foods a giugno 2017, basato essenzialmente sulla proposta irrevocabile per l’acquisto del ramo d’azienda Crik Crok da parte di AT srl. Ripercorrendo a ritroso la vicenda, per comprendere la portata dell’operazione, occorre risalire al 2015 quando, al fine di consentire la prosecuzione dell’attività produttiva, ICA Foods Spa, allora controllata dalla famiglia Finestauri, nel luglio 2015 trasferisce in affitto alla newco ICA Foods International srl, all’epoca interamente controllata da ICA Foods spa, il ramo di azienda consistente nell’insieme di attrezzature, rapporti contrattuali e beni immateriali relativi all’attività di produzione e distribuzione di patatine fritte e snack salati.


Nell'articolo:

Nell'articolo:
 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Snack e Fuori pasto Merger e Acquisition
 
Tag citati: AT srl, Crick Crock, Finestauri, Hotel Aldrovandi Villa Borghese di Roma, Ica Foods, ICA Foods International, Ossani Francesca, Scagnoli Sandro

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati