01/07/2016
Largo Consumo 07-08/2016 - Notizia breve - pagina 56 - 1/2 pagina - Estrapolazione - Risi Paola
 
 
Distribuzione automatica

Il punto di vista dei fornitori di alimenti e bevande per il vending

«L’andamento dei consumi nel canale vending in PepsiCo Italia ha seguito quello generale della distribuzione automatica nel nostro Paese (bevande fredde escluse Ocs), con buoni tassi di crescita fino al 2011, seguiti da un brusco rallentamento, aggravato nel 2014 dall’aumento dell’aliquota Iva dal 4 al 10% – sottolinea Carla Vieites, senior channel marketing manager PepsiCo Italia –. Questa serie di impatti negativi ha reso però i distributori più attenti alla marginalità, stimolando il loro interesse verso fornitori che garantissero un’offerta dedicata e di qualità, unita alla convenienza.

«L’andamento dei consumi nel canale vending in PepsiCo Italia ha seguito quello generale della distribuzione automatica nel nostro Paese (bevande fredde escluse Ocs), con buoni tassi di crescita fino al 2011, seguiti da un brusco rallentamento, aggravato nel 2014 dall’aumento dell’aliquota Iva dal 4 al 10% – sottolinea Carla Vieites, senior channel marketing manager PepsiCo Italia –. Questa serie di impatti negativi ha reso però i distributori più attenti alla marginalità, stimolando il loro interesse verso fornitori che garantissero un’offerta dedicata e di qualità, unita alla convenienza.

Questa è un'estrapolazione: Leggi il contenuto editoriale integrale

 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Bibite e soft drink Succhi e nettari di frutta Estrapolazione Biologico
 
Tag citati: Conserve Italia, Derby Blu, Fanelli Roberto, Gatorade, Horeca, Iva, Jolly Colombani, Lipton Ice Tea, Mangiarsano-Germinal, OCS, Paese, Pepsi, Pepsi max, Pepsico Italia, pet 250 AQ, Pisano Paolo, Tropicana, Vieites Carla, Yoga

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati