29/04/2016
Largo Consumo 04/2016 - Approfondimento - pagina 23 - 1 pagina - Porzio Chiara
 
 
Bioplastiche

Il polistirolo che nasce da un fungo

Il neo arrivato in termini di plastiche ecologiche si chiama Mogu, materiale biodegradabile e compostabile simile al polistirolo, che si ricava da funghi coltivati su scarti agricoli. È stato iventato da quattro giovani ingegneri che nel febbraio del 2015 hanno fondato Mycoplast, start up nella provincia di Varese, che in collaborazione con la olandese Mycotirial, prevede la creazione di plastiche green per stimolare un’industria a rifiuto 0. Il risultato del processo è una plastica vellutata, leggera, resistente all’acqua, al fuoco e agli urti, flessibile e totalmente naturale. Mycoplast mira a inserirsi sul mercato in 3 settori: il packaging verde, come alternativa al polistirolo nelle confezioni di oggettistica fragile; la bio edilizia con pannelli isolanti e biomattoni; le scatole per il settore agricolo e l’industria dei fiori.

 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Ambiente Imballaggio in plastica Imballaggio Plastica
 
Tag citati: Grati Federico Maria, Babbini Stefano, Piatti Natalia, Montalti Maurizio, Mycoplast, Mycotirial, Università di Utrecht, Assobiotech, Intesa San Paolo, BioInItaly Investment Forum, Horizon 2020

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati