italiano italiano English English
26/11/2018
Largo Consumo 11/2018 - Approfondimento - pagina 101 - 2 pagine - Porzio Chiara
 
 
Banda stagnata

Il pack delle conserve di pomodoro

Gli imballaggi leggeri in banda stagnata, in particolare gli open top, con 5 kg di capacità massima, si rivelano ancora oggi il tipo di packaging più utilizzato per confezionare i pomodori pelati e i derivati. L’imballaggio in metallo è stata la prima forma impiegata per il settore alimentare e realizzata su scala industriale. Tra i vantaggi maggiori c’è l’aumento della longevità dei prodotti. Lunga è infatti la durata per i pomodori pastorizzati e confezionati in questa tipologia. Ottimo anche il rapporto qualità/prezzo: il costo della banda stagnata rispetto alle soluzioni alternative è competitivo. Inoltre è un imballaggio che sposa il design: è un supporto versatile che si presta, per forma e dimensioni, a ospitare messaggi e decorazioni di diversa tipologia. La banda stagnata ha anche un ruolo attivo nella sfida ecologica. Questi imballaggi sposano il green e utilizzano spessori ridotti per ogni formato (fonte: Infopackaging.it). I dati del mercato italiano...


Nell'articolo:
  • Box: Con il logo Metal Recycles Forever la riciclabilità è certificata

Nell'articolo:
  • Box: Con il logo Metal Recycles Forever la riciclabilità è certificata
 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Imballaggio in metallo Imballaggio Conserve vegetali Pomodori
 
Tag citati: Mantovani Monica, Anfima, Anicav, Cirio Francesco , Conserve Italia, Consorzio Casalasco del Pomodoro, De Angelis Giovanni, Esposito Gennaro, Ferraioli Antonio , Fichera Fabrizio, Giaguaro, Infopackaging.it, Istituto italiano imballaggio, Metal Packaging Europe, Mipaaft, Pisani Angela, Ricrea, Rosetti Pier Paolo , Tomato Europe, Velardo Francesco

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati