01/12/2014
Largo Consumo 12/2014 - - Notizia breve -
 
 

Il mobile traina i pagamenti cashless

Studi e Ricerche: Previsioni di crescita per il volume dei pagamenti elettronici: le stime 2013 indicano un +9,4% per 366 miliardi di dollari di transazioni, secondo la decima edizione del World Payments Report realizzato da Capgemini e Royal Bank of Scotland. [...] Leggi tutto

Studi e Ricerche: Previsioni di crescita per il volume dei pagamenti elettronici: le stime 2013 indicano un +9,4% per 366 miliardi di dollari di transazioni, secondo la decima edizione del World Payments Report realizzato da Capgemini e Royal Bank of Scotland. A guidare il trend sono soprattutto smartphone e tablet, nucleo di un fenomeno destinato a crescere del 60% nel 2015. La diffusione capillare di questi apparecchi sta in sostanza portando, secondo gli analisti, alla convergenza fra ePayment e mPayment. Si tratta, come ha dichiarato Sergio Boccaduri, deputato Pd, di una tendenza in crescita anche in Italia. Elemento propulsivo, tornando al report, è il ricorso sempre maggiore alle carte di credito, in aumento del 9,9%, di quelle di debito (+13,4%), e il decollo appunto dell’mPayment, specie nei mercati in via di sviluppo come la Cina, dove si registrano incrementi del 50% delle transazione no-cash, pure a fronte di volumi tutto sommato ancora modesti (appena il 25% del transato complessivo). Il mobile, oltre a cambiare i connotati dell’ecosistema dei pagamenti cashless, pone nuove sfide ai Payments Service Provider (SPS), in particolare perché l’espansione dell’mPayment porta a un rallentamento dell’ePayment con stime di crescita del 15,9%.

 
Autore: Iniz. Redazionali Speciali
 
Tag argomenti: Carte di credito e di debito Tecnologie Tecnologie per il commercio
 
Leggi tutto
Contenuto fruibile tramite registrazione
Tag citati: Capgemini Payments Service Provider Pd Royal Bank of Scotland SPS Sergio Boccaduri World Payments Report ePayment mPayment www.worldpaymentsreport.com

Notizie correlate