italiano italiano English English
03/02/2019
Largo Consumo 01/2019 - Notizia breve - Pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
 
 
Plastica monouso

Il commento di Assobioplastiche al testo della direttiva Sup

Accordo raggiunto tra Parlamento europeo, Consiglio e Commissione sul testo della direttiva che limita l’utilizzo di alcuni prodotti di plastica monouso (Sup). Adesso dovrà ora essere ratificato dal Parlamento europeo e dal Consiglio in vista della pubblicazione in Guue. Nel testo di questa direttiva è stata tracciata una netta linea di demarcazione tra plastiche tradizionali, oxo degradabili (messe al bando) e biodegradabili. Dichiara Marco Versari, presidente di Assobioplastiche: «Gli Stati membri hanno tutti gli strumenti per recepire le norme della direttiva Sup, tenendo conto dei singoli contesti nazionali e dei relativi sistemi di gestione dei rifiuti, differenziando le misure di riduzione in base al diverso impatto ambientale dei singoli prodotti, come espressamente previsto dalla direttiva (Lca e assessment). Ciò [...]

Nell'articolo:

  • Bioplastiche, la situazione attuale in cifre

Accordo raggiunto tra Parlamento europeo, Consiglio e Commissione sul testo della direttiva che limita l’utilizzo di alcuni prodotti di plastica monouso (Sup). Adesso dovrà ora essere ratificato dal Parlamento europeo e dal Consiglio in vista della pubblicazione in Guue.

Nel testo di questa direttiva è stata tracciata una netta linea di demarcazione tra plastiche tradizionali, oxo degradabili (messe al bando) e biodegradabili.

Dichiara Marco Versari, presidente di Assobioplastiche: «Gli Stati membri hanno tutti gli strumenti per recepire le norme della direttiva Sup, tenendo conto dei singoli contesti nazionali e dei relativi sistemi di gestione dei rifiuti, differenziando le misure di riduzione in base al diverso impatto ambientale dei singoli prodotti, come espressamente previsto dalla direttiva (Lca e assessment). Ciò consentirà all’industria italiana di riconvertirsi verso le produzioni sostenibili volute dall’Unione europea, mantenendo occupazione e posti di lavoro in Italia».

Un percorso di recepimento, quindi, in piena continuità con le normative già adottate in tema di Green public procurement (Gpp), con la strada già intrapresa da numerosi Comuni sulla sostituzione delle stoviglie in plastica tradizionale con quelle riutilizzabili o compostabili.

Bioplastiche, la situazione attuale in cifre
nel mondo si consumano circa 322 mln t/anno di prodotti plastici tradizionali
la capacità produttiva mondiale di bioplastiche è di 4,16 mln t/anno
principali settori di applicazione: raccolta differenziata della frazione organica e degli sfalci erbosi, imballaggio e consumo di alimenti, trasporto merci, agricoltura
Fonte: elaborazione di Largo Consumo su dati Assobioplastiche
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Imballaggio in plastica Plastica Associazioni e Consorzi Normativa Ambiente Rifiuti Monouso
 
Tag citati: Assobioplastiche, Marco Versari

Notizie correlate