italiano italiano English English
01/01/2015
Largo Consumo 01/2015 - Approfondimento - pagina 39 - null - Setti Roberto
 
 
Normativa

Il biologico e l'import

Produrre in modo biologico è una attività molto diffusa sul nostro pianeta e, di conseguenza, soggetta a norme di legge o standard privati che possono differire gli uni dagli altri anche per soli pochi dettagli, complicando quindi l’esistenza a chi opera sul mercato internazionale. Già con la prima regolamentazione europea ci si pose l’obiettivo di adottare procedure comuni per l’attività di importazione di prodotti bio, al tempo basata principalmente su specifiche autorizzazioni concesse dalle Autorità dei singoli Stati membri.

 

Nell'articolo:
Nell'articolo:
 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Biologico Import Export Normativa
 
Tag citati: allegato V del Reg. CE n. 1235/2007, art. 32, art.33, Autorità, Circ. MiPAAF n. 18741 del 13/6/2013, Circolare Agenzia delle Dogane n.13/D del 2 agosto 2013, Commissione, Comunità, DAU, DM 18321 del 9/8/2012, DM 18378 del 9/8/2012, DM n. 2049 del 1° febbraio 2012, Documento Amministrativo Unico, Elenco nazionale degli operatori biologici, GU n. 199 del 27/8/2012, GU n. 227 del 28/9/2012, Ismea, Ministero, Organismi, Paese, Paesi, Panel famiglie Gfk Eurisko, Programma annuale delle Importazioni, Reg. CE n. 834/2007, Reg.CEn. 1235/2008, sezione “Importatori” , Sib, Sistema Informativo Biologico, Stati, UE

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati