italiano italiano English English
03/11/2017
Largo Consumo 10/2017 - Notizia breve - pagina 103 - 1/8 di pagina - Redazione di Largo Consumo
 
 
Risparmio

I risparmi piemontesi restano nel conto corrente

Risparmiatori prudenti in momenti in cui i rendimenti minimi danno poche soddisfazioni e che per questo tornano a preferire il deposito sul conto corrente dove parcheggiare il denaro in attesa di tempi più promettenti sul piano finanziario. Lo si legge dall’ultimo rapporto sull’economia del Piemonte realizzato dalla sede torinese della Banca d’Italia, una foto che vede i titoli di Stato...

Risparmiatori prudenti in momenti in cui i rendimenti minimi danno poche soddisfazioni e che per questo tornano a preferire il deposito sul conto corrente dove parcheggiare il denaro in attesa di tempi più promettenti sul piano finanziario. Lo si legge dall’ultimo rapporto sull’economia del Piemonte realizzato dalla sede torinese della Banca d’Italia, una foto che vede i titoli di Stato in calo di appeal, mentre i depositi bancari delle famiglie a fine 2016 ammontano a 77 miliardi di euro (+5,6% rispetto all’anno precedente). Di questa cifra totale il 50% si concentra proprio nei conti correnti che hanno “guadagnato” l’11,9% in 12 mesi. Calano invece del 4,2% i depositi e del 7,6% i titoli, mentre si registra un crollo, oltre il -20% per le obbligazioni delle banche italiane.

 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Economia e Finanza Credito e Banche Risparmio e risparmiatori
 
Tag citati: Banca d’Italia

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati