italiano italiano English English
01/07/2015
Largo Consumo 07-08/2015 - Notizia breve - pagina 110 - 1/4 di pagina - Iniz. Redazionali Speciali
 
 

I dati delle ricerche di mercato

Studi e ricerche: Assirm ha presentato i dati congiunturali relativi al settore delle ricerche di mercato, sondaggi di opinione e ricerche sociali che rappresenta. Ne emerge che il web ha superato, per la prima volta, gli altri metodi tradizionali (ricerche personali Capi, telefoniche Cati e personali “carta e penna”)

Studi e ricerche: Assirm ha presentato i dati congiunturali relativi al settore delle ricerche di mercato, sondaggi di opinione e ricerche sociali che rappresenta. Ne emerge che il web ha superato, per la prima volta, gli altri metodi tradizionali (ricerche personali Capi, telefoniche Cati e personali “carta e penna”). Le ricerche on line, tra quelle quantitative ad hoc, hanno infatti conquistato un 30% di quota del comparto, segnando il +2,4% e un acquisito pari a 51,9 milioni di euro, mentre anche tra quelle qualitative il canale continua a crescere con un acquisito incrementato del 56,3% in confronto al 2013. L’analisi ha coinvolto un campione di 42 istituti associati in merito ai risultati dello scorso anno, da cui risulta un fatturato del comparto corrispondente a 488,7 milioni di euro e un acquisito di 478,1 milioni, stabile rispetto all’anno precedente. Riguardo alle ricerche qualitative, l’indagine conferma il focus group tra i primi strumenti utilizzati, con circa 24 milioni di euro di acquisito, mentre tra i settori che hanno dato impulso a ricerche si è rilevato l’aumento di quelle in ambito farmaceutico (+4,7%) e della Pubblica Amministrazione (+0,6%), e hanno perso terreno l’informatica e l’elettronica (-15,7%) e l’advertising (-10,1%).

 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Ricerche di mercato
 
Tag citati: Assirm, Capi, Cati, Pubblica Amministrazione, www.assirm.it

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati