17/05/2016
Largo Consumo 05/2016 - pagina 77 - Notizia di Comunicazione di Impresa - 2/3 di pagina
 
 
Focus

Gruppo Fini, innovazione e comunicazione per rilanciare il brand

Una evoluzione tra innovazione e tradizione, quella iniziata fin dai primi mesi del 2015 e attualmente in corso per l’azienda  Fini , marchio di pasta fresca emiliana dal 1912. Il forte dinamismo impresso dall’amministratore delegato  Andrea Ghia  ha interessato sia lo sviluppo dei prodotti che la s [...] Leggi tutto

Una evoluzione tra innovazione e tradizione, quella iniziata fin dai primi mesi del 2015 e attualmente in corso per l’azienda Fini, marchio di pasta fresca emiliana dal 1912. Il forte dinamismo impresso dall’amministratore delegato Andrea Ghia ha interessato sia lo sviluppo dei prodotti che la struttura aziendale, fino all’immagine del marchio e alla comunicazione, per un posizionamento di mercato competitivo e attento alle moderne abitudini alimentari dei consumatori.

 

Una produzione rinnovata

Tutto questo a partire da una nuova mission che guida l’operato dell’intero Gruppo Fini: “Non solo buono” ovvero avere una responsabilità sociale d’impresa e credere in valori come il rispetto del territorio, la qualità delle materie prime e dei processi produttivi; l’attenzione a creare ricette che garantiscano l’eccellenza del gusto, ma anche l’equilibrio nutrizionale e tanto altro ancora. Un’innovazione che passa anche attraverso il rinnovamento dello stabilimento di produzione situato in provincia di Modena, di fianco alla storica sede de Le Conserve della Nonna, altro marchio di proprietà del Gruppo Fini. Il trasferimento della produzione di pasta fresca ripiena a marchio Fini in questa moderna struttura è avvenuto grazie a un investimento di 6 milioni e mezzo di euro da parte della proprietà cento per cento italiana che guida oggi il Gruppo. Una superficie di 20.000 mq, di cui 5.000 adibiti a pastificio, con 3 linee di produzione permettono a Fini di realizzare in contemporanea altrettante tipologie di tortellini e ravioli, fino a 25 tonnellate medie al giorno di pasta fresca ripiena. Inoltre, l’azienda si è dotata di una speciale linea pilota che funge da laboratorio di ricerca e sviluppo di nuovi formati di pasta e di ripieni più originali, ma sempre coerenti con la tradizione gastronomica italiana e con i gusti del consumatore. 

 

Comunicazione multicanale per rilanciare il brand

Un forte impulso al rilancio del brand proviene anche dal Marketing con l’ingresso nel Gruppo Fini di una nuova responsabile, Valentina Lanza e di una senior product manager, Roberta Morini, in coincidenza con il ritorno del marchio Fini in comunicazione televisiva, sul web e sui social network. Nel piano di comunicazione multicanale di Fini centrale è il ruolo di nonsolobuono.it, magazine online fortemente orientato al contenuto in cui intrattenimento e consigli utili creano una stretta relazione di fiducia e di ingaggio con gli utenti. Mentre, dal punto di vista marketing il lavoro strategico d’innovazione del marchio è partito da un’analisi approfondita del mercato e del consumatore, con il supporto di ricerche commissionate ad autorevoli istituti di ricerca come Ipsos. L’obiettivo è intercettare nuove opportunità e occasioni di consumo della pasta fresca ripiena, per guardare al futuro basandosi sui dati concreti del presente e l’esperienza maturata nel passato dal marchio Fini.

 

Gruppo Fini Spa a socio unico
via Confine 1583 – 41017 Ravarino Modena
Tel. 059 900432 – 059 259111
www.gruppofini.itwww.nonsolobuono.it

 
Autore: Iniz. Redazionali Speciali
 
Tag argomenti: Comunicazione Innovazione Marca o branding Pasta Fresca
 
Leggi tutto
Contenuto fruibile tramite registrazione
Tag citati: Fini Ghia Andrea Gruppo Fini Ipsos Lanza Valentina Le Conserve della nonna Morini Roberta www.gruppofini.it www.nonsolobuono.it

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati