italiano italiano English English
03/07/2018
Largo Consumo 06/2018 - Notizia breve - Pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
 
 
Mobilità sostenibile

Greenpeace dà i voti alle città italiane

Milano, Torino, Roma e Palermo sono le 4 città italiane analizzate e comparate sul metro della mobilità sostenibile nel rapporto “Living. Moving. Breathing. Ranking of 4 major Italian cities on sustainable urban mobility”, realizzato dal Wuppertal institute per conto di Greenpeace. Il risultato migliore di Milano è determinato da buone performance in materia di trasporto pubblico e mobility management. Si tratta degli stessi indicatori, specularmente, che hanno maggiormente determinato il risultato negativo di Palermo. In generale le città italiane mostrano tassi di mobilità attiva - uso della bicicletta e spostamenti pedonali - molto più bassi di quelli di altre città europee e un livello di sicurezza stradale molto lontano dagli standard di altri centri urbani del Continente. Torino è risultata essere la città con le strade più insicure, ovvero con il più alto numero di morti tra [...]

Nell'articolo:

  • Mobilità sostenibile, il ranking delle città italiane (punteggio generale)

Milano, Torino, Roma e Palermo sono le 4 città italiane analizzate e comparate sul metro della mobilità sostenibile nel rapporto “Living. Moving. Breathing. Ranking of 4 major Italian cities on sustainable urban mobility”, realizzato dal Wuppertal institute per conto di Greenpeace.

Il risultato migliore di Milano è determinato da buone performance in materia di trasporto pubblico e mobility management. Si tratta degli stessi indicatori, specularmente, che hanno maggiormente determinato il risultato negativo di Palermo.

In generale le città italiane mostrano tassi di mobilità attiva - uso della bicicletta e spostamenti pedonali - molto più bassi di quelli di altre città europee e un livello di sicurezza stradale molto lontano dagli standard di altri centri urbani del Continente. Torino è risultata essere la città con le strade più insicure, ovvero con il più alto numero di morti tra pedoni e ciclisti in rapporto alla popolazione; è risultata anche essere la città con l’aria più inquinata. Ma la situazione dell’inquinamento atmosferico è grave in ognuna delle città oggetto della ricerca.

Il trasporto pubblico

Roma mostra invece indirizzi molto deboli di mobility management, che disincentivano poco o affatto l’uso del mezzo privato.

La qualità del trasporto pubblico è forse l’indicatore sul quale si registrano le distanze maggiori tra i 4 sistemi urbani: da Milano, che ha un Tpl di livello europeo, a Torino, dove il servizio è già meno efficiente e utilizzato; fino alla crisi di Atac a Roma e al bassissimo livello di utilizzo dei mezzi pubblici da parte dei palermitani. Questi ultimi utilizzano un mezzo privato per il 75% degli spostamenti in città; i milanesi vi ricorrono invece solo nel 43% dei casi.

Mobilità sostenibile, il ranking delle città italiane (punteggio generale)
Milano
46,25
Torino
40,75
Roma
39
Palermo
38,75
Fonte: elaborazione di Largo Consumo su dati Greenpeace
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Trasporti Automobili Ambiente Inquinamento Centri Urbani Urbanistica Sicurezza Biciclette Pubblica amministrazione
 
Tag citati: Atac, Greenpeace, Wuppertal institute

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati