italiano italiano English English
25/06/2019
Largo Consumo 05/2019 - Notizia breve - Pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
 
 
Borsa

Gibus debutta su AIM Italia

Debutto in Borsa piatto per le tende da giardino Gibus, che si sono quotate sul segmento Aim Italia. L’azione Gibus ha aperto a 6,23 euro e chiuso la seduta a 6 euro, pari al prezzo di collocamento fissato, per una capitalizzazione di mercato pari a 30 milioni. Gibus è stata assistita nella quotazione dallo studio legale Grimaldi, dal consulente fiscale Rödl & Partner e dalla società di revisione BDO Italia, da Banca Intermobiliare in qualità di Nominated Advisor e da Fidentiis Equities in veste di Global Coordinator. Banca Profilo è stata Specialist dell’operazione. “La quotazione ha la finalità di accelerare il percorso di crescita organica e per linee esterne”, ha spiegato l’ad di Gibus Gianfranco Bellin. L’ipo è avvenuta dopo che Gibus ha raccolto 5 milioni di euro dagli investitori, interamente in [...]

Nell'articolo:

  • I numeri di Gibus (2018)

Debutto in Borsa piatto per le tende da giardino Gibus, che si sono quotate sul segmento Aim Italia. L’azione Gibus ha aperto a 6,23 euro e chiuso la seduta a 6 euro, pari al prezzo di collocamento fissato, per una capitalizzazione di mercato pari a 30 milioni. Gibus è stata assistita nella quotazione dallo studio legale Grimaldi, dal consulente fiscale Rödl & Partner e dalla società di revisione BDO Italia, da Banca Intermobiliare in qualità di Nominated Advisor e da Fidentiis Equities in veste di Global Coordinator. Banca Profilo è stata Specialist dell’operazione. “La quotazione ha la finalità di accelerare il percorso di crescita organica e per linee esterne”, ha spiegato l’ad di Gibus Gianfranco Bellin.

L’ipo è avvenuta dopo che Gibus ha raccolto 5 milioni di euro dagli investitori, interamente in aumento di capitale, per un flottante del 16,65%. L’ammissione alla quotazione è avvenuta a seguito del collocamento di 834mila azioni ordinarie di nuova emissione. La domanda ha superato l’offerta del 40%, con il 30% degli investitori provenienti dall’estero.

Gibus era sinora interamente controllata dalla famiglia Bellin-Danieli, che nel luglio 2018 aveva comprato il 25,67% della società dal Fondo Nem imprese II gestito da Alkemia sgr (la ex Nem sgr), salendo così al 100% del capitale. L’allora Nem sgr era entrata nella compagine azionaria di Gibus a fine aprile 2016, rilevando la partecipazione detenuta da un gruppo di soci di minoranza.

 

I numeri di Gibus (2018)
Rete di oltre 330 Gibus Atelier
Oltre 45 brevetti registrati e 26 modelli di design
Ricavi per 34 milioni di euro (di cui il 10,5% realizzato all’estero, in particolare in Francia e nei paesi di lingua tedesca)
Ebitda di 4,6 milioni
Posizione finanziaria netta di 3 milioni
Fonte: Dati aziendali           Largo Consumo
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Borsa DESIGN Mobili e arredamento
 
Tag citati: Alkemia Sgr, Banca Intermobiliare, Banca Profilo, BDO Italia, Bellin Gianfranco, Danieli Lorenzo, Fidentiis Equities, Fondo Nem imprese II, Gibus, Grimaldi, Nem Sgr, Rödl & partner

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati