italiano italiano English English
28/03/2019
Largo Consumo 03/2019 - Notizia breve - Pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
 
 
Innovazione

G-plant: un impianto autonomo per sterilizzare l’acqua

Arriva G-plant, un impianto autonomo a energia solare per la sterilizzazione dell’acqua. Si tratta di un progetto della start up di impact investing GratzUp, nata con l'obiettivo di contribuire a risolvere il problema dell'accesso all'acqua sicura, che nel mondo non è disponibile per oltre 2 miliardi di persone, per un totale di 840.000 morti l’anno. «All'inizio - racconta l’Ad Mauro Gazzelli - doveva essere una semplice bottiglia munita di una valvola, in grado di stabilizzare la pressione interna e in questo modo stabilizzare la temperatura interna a 138,5 °C. A questo tipo di pressione e temperatura si ottiene un completo ciclo di sterilizzazione. Questa è l'origine dell'oggetto, una bottiglia sterilizzante, che poi è diventata un [...]

Nell'articolo:

  • Acqua non sicura, i dati mondiali

Arriva G-plant, un impianto autonomo a energia solare per la sterilizzazione dell’acqua. Si tratta di un progetto della start up di impact investing GratzUp, nata con l'obiettivo di contribuire a risolvere il problema dell'accesso all'acqua sicura, che nel mondo non è disponibile per oltre 2 miliardi di persone, per un totale di 840.000 morti l’anno.

«All'inizio - racconta l’Ad Mauro Gazzelli - doveva essere una semplice bottiglia munita di una valvola, in grado di stabilizzare la pressione interna e in questo modo stabilizzare la temperatura interna a 138,5 °C. A questo tipo di pressione e temperatura si ottiene un completo ciclo di sterilizzazione. Questa è l'origine dell'oggetto, una bottiglia sterilizzante, che poi è diventata un biberon e poi è diventata e sta diventando tutta una serie di nuovi prodotti che sono l'evoluzione naturale del concetto».

Nel 2019 il progetto di GratzUp diventa concreto in Ruanda, dove due diverse tipologie di impianto, di cui una senza collegamento alla rete elettrica, verranno attivate in una scuola e in un ospedale del Paese africano.

Al progetto hanno preso parte università e centri di ricerca, oltre che il designer Giulio Iacchetti, che ha firmato la bottiglia e la tanica. Al termine della fase pilota del progetto è già pronto un piano di installazione su vasta scala per altri Paesi africani e asiatici.

Acqua non sicura, i dati mondiali
persone senza accesso ad acqua sicura
2 mld
morti annuali per acqua contaminata
840.000
utenti raggiunti da G-plant in Ruanda
1.000
Fonte: elaborazione di Largo Consumo su dati ufficiali
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Ambiente Povertà Etica Acqua Innovazione Tecnologie Energie rinnovabili
 
Tag citati: G-plant, Giulio Iacchetti, GratzUp, Mauro Gazzelli

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati
Acqua