01/02/2016
Largo Consumo 02/2016 - Notizia breve - pagina 83 - 1/8 di pagina - Redazione di Largo Consumo
 
 

Formaggi: materia prima in etichetta

La normativa europea consente di indicare sull’etichetta di formaggi e yogurt “prodotto con latte fresco”. E’ quanto ha dichiarato all’ANSA Alexandra Nikolakopoulou, esperta in materia alla Commissione europea. L’importanza di un’indicazione in tal senso è chiara, dato che il consumatore sarebbe in conseguenza portato a fare una distinzione tra alimenti prodotti con latte fresco, quindi con più alti costi di trasformazione, rispetto a quelli a base di latte concentrato.

La normativa europea consente di indicare sull’etichetta di formaggi e yogurt “prodotto con latte fresco”. E’ quanto ha dichiarato all’ANSA Alexandra Nikolakopoulou, esperta in materia alla Commissione europea, ai margini dei lavori del meeting “Etichettatura d’origine nel settore alimentare, analisi a 360°”, organizzato da Loyens & Loeff a Bruxelles. L’importanza di un’indicazione in tal senso è chiara, dato che il consumatore sarebbe in conseguenza portato a fare una distinzione tra alimenti prodotti con latte fresco, quindi con più alti costi di trasformazione, rispetto a quelli a base di latte concentrato, oggi provenienti in Italia da altri Paesi Ue. La questione interessa peraltro la legge italiana n.38 del 1974 che vieta di vendere formaggi e yogurt prodotti senza latte fresco e di recente finita nel mirino della Commissione europea che ha aperto per questo una procedura di infrazione nei confronti del nostro Paese.

 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Etichettatura Formaggi Yogurt Normativa Lattiero-Caseario
 
Tag citati: Ansa, Commissione europea, legge italiana n.38 del 1974, Loyens & Loeff, Nikolakopoulou Alexandra, Paese, Paesi Ue, “Etichettatura d’origine nel settore alimentare, analisi a 360°”

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati