italiano italiano English English
26/03/2020
Largo Consumo 02/2020 - Approfondimento Comunicazione d'Impresa - pagina 12 - 4 pagine - Iniz. Redazionali Speciali
 
 
Prosciutto cotto

Ferrarini

Ferrarini nasce nel 1956 ad opera di Lauro Ferrarini, padre degli attuali cinque fratelli proprietari. Tutto inizia con la produzione di prosciutto cotto senza polifosfati aggiunti a Villa Rivaltella, la storica sede di Reggio Emilia riprodotta in modo fedele nel marchio aziendale. Lì Lauro Ferrarini ha iniziato, praticamente “in cucina”, le prove sul prosciutto cotto, facendosi consigliare anche da salumieri milanesi; nei loro negozi ascolta coloro i quali, dietro al banco, sono a contatto con la gente, imparando e pranzando con loro nei retrobottega. Un insegnamento che rimarrà scolpito nella memoria, ponendo le basi per perseguire l’obiettivo di produrre qualcosa capace di entrare nel cuore della gente. L’idea di Lauro, ereditata dal mondo dell’agricoltura, in particolare dal Parmigiano Reggiano, era dunque quella di entrare nell’industria di trasformazione con più alto valore aggiunto, realizzando un prodotto di qualità, “gastronomico”, il più possibile naturale.

Questa è un'estrapolazione: Leggi il contenuto editoriale integrale


Nell'articolo:
  • L’azienda in cifre
  • Il mercato dei salumi in Italia

Nell'articolo:
  • L’azienda in cifre
  • Il mercato dei salumi in Italia
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Estrapolazione Salumi Prosciutto
 
Tag citati: Esposito Gennaro, Ferrarini, Ferrarini Lauro, Gruppo Pini, Lia Ferrarini, Licia Ferrarini, Lisa Ferrarini, Luca Ferrarini, Lucio Ferrarini, Rizzi Claudio, Sapori d´Italia

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati