italiano italiano English English
04/03/2019
Largo Consumo 02/2019 - Approfondimento - pagina 15 - 1 pagina - Pescarmona Stefania
 
 
Abbigliamento

Fast fashion in profonda crisi

La conferma arriva da Interbrand. Mentre il lusso guadagna terreno, per il fast fashion è profonda crisi. Nella classifica Best global brands 2018 delle 100 aziende dal maggior valore economico al mondo, al 1° posto nel luxury si posiziona, ancora una volta, Louis Vuitton (18°), il cui valore è incrementato del 23%, a quota 28,1 miliardi di dollari. Seguono Chanel, al 23° posto, con un valore di 20 miliardi di dollari, Hermès, stabile in 32a posizione, e Gucci, il best performer passato in 12 mesi dalla 51a alle 39a posizione. Perdono quota, invece, i giganti del fast fashion. Zara, per esempio, lascia sul campo il 5% del valore, scivolando in 25a posizione, mentre H&M fa ancora peggio, passando dalla 24a alla 30a posizione, a causa di un deprezzamento del brand del 18%.


Nell'articolo:

Nell'articolo:
 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Abbigliamento esterno Abbigliamento
 
Tag citati: Abercrombie & Fitch, Azimut, Banana Republic, Bc Partners, Beraldo Fabio, Bershka, Best global brands 2018, Chanel, Cheap Monday, Coin, Factset, Fast Retailing , Gap, Gucci, H&M, Hermes, Inditex, Interbrand, J Crew, Lefties, Louis Vuitton, Massimo Dutti, Oysho, Pai Partners, Pull and Bear, Sears, Starbucks, Stradivarius, Uniqlo, Uterque, Zara

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati