italiano italiano English English
06/02/2018
Largo Consumo 11/2017 - Approfondimento Comunicazione d'Impresa - 5 pagine - Redazione di Largo Consumo
 
 
Abbigliamento

Fashion, laboratorio di tendenze digitali

Secondo il Fashion Tech Insights 2017, sondaggio sui trend della moda condotto per Lanieri dall’Istituto Piepoli, «il futuro della moda è su misura e on line». Al Fashion & Technology Summit, lo scorso gennaio, Roberto Liscia, presidente Netcomm, ha evidenziato che nel mercato mondiale del fashion il 6% dei prodotti è venduto on line e il 68% delle vendite è influenzato da ricerche su Internet. Il fashion risulta essere, in effetti, nel 2016, il primo settore per ricerca di informazioni on line prima dell’acquisto che spesso arriva a completarsi nel negozio, il quale continua a totalizzare oltre il 90% delle vendite: percentuale che, nonostante
sembri destinata a ridursi all’80% entro il 2025, dimostra che può ancora giocare un ruolo da protagonista, se in grado di adeguarsi al cambiamento. Così, mentre
colossi come Amazon aprono i primi store, d’altronde organizzazioni come Federazione Moda Italia promuovono l’innovazione. Obiettivo è l’omnicanalità.


Nell'articolo:

Nell'articolo:
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Abbigliamento Abbigliamento esterno Abbigliamento intimo Abbigliamento junior Accessori abbigliamento Tecnologie Tecnologie per il commercio
 
Tag citati: ACIMIT, Adidas, Amazon, Assinform, Bienmueller, Borghi Renato, Facebook, Fashion & Technology Summit, Fashion Tech Insights 2017, Federazione Moda Italia, Fmi, Gucci, Hilzinger Martina, IBM Italy, Istat, Istituto Piepoli, Lanieri, Leo Piero, Liscia Roberto, Liujo, Louis Vuitton, Messenger, Mise, Miu Miu, Moschino, Netcomm, Nielsen, Papini Cristina, Peuterey, Politecnico di Milano, Prada, Sap, Sita Ricerca, Tommy Hilfiger, Valentino, Vogue, Youtube, Zalando

Notizie correlate