italiano italiano English English
01/03/2019
Largo Consumo 03/2019 - Approfondimento - pagina 39 - 1 pagina - Latella Elisa
 
 
Produzioni agroalimentari

Entro i 70 sono a chilometro zero

Paradossalmente è stata “lunga” la strada per l’approvazione della proposta di legge C. 183, sui prodotti agroalimentari a filiera corta e a chilometro zero. L’atto è stato approvato dalla Camera a ottobre 2018 e l’esame al Senato (del disegno di legge 878) è iniziato lo scorso 6 novembre. Andando al contenuto, il primo articolo riguarda le finalità della legge: promuovere domanda e offerta di prodotti a km zero e garantire un’adeguata informazione al consumatore. Regioni ed enti locali potranno assumere iniziative per la valorizzazione di questi prodotti. Il comma 1 dell’articolo 2, lettera a) rinvia per la descrizione dei prodotti agricoli all’Allegato I del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea, mentre, per definire i prodotti alimentari, all’articolo 2 del regolamento CE n. 178 del Duemila (si intende per “alimento” qualsiasi sostanza o prodotto trasformato, parzialmente trasformato o non trasformato, destinato a essere ingerito, o che si prevede ragionevolmente possa essere ingerito, da esseri umani). La soglia è stabilita in 70 km.

 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Tracciabilità della Filiera Agroalimentare Normativa Agricoltura
 
Tag citati: Agrinsieme, Ancd-Conad, Angem, Associazione nazionale della ristorazione collettiva e servizi, Coldiretti, Confcommercio, Coop, Federdistribuzione, Fiesa-Confesercenti

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati