italiano italiano English English
01/07/2019
Largo Consumo 07/08 - 2019 - Approfondimento - pagina 21 - 1 pagina - Raimondi Gianluigi
 
 
Cotone

Domanda globale in aumento

Il cotone torna a filare. Almeno in Borsa, dove il future quotato all’Intercontinental Exchange di New York (benchmark di riferimento a livello mondiale per questa commodity) ha messo a segno un rialzo di oltre il 10% dall’inizio di quest’anno dopo aver segnato il minimo degli ultimi 12 mesi. Un andamento borsistico che osservando i movimenti dei prezzi dal 2015 in avanti appare molto più ciclico o, per meglio dire, stagionale di quanto accadeva in precedenza. La ragione? A causa dell’offerta abbondante e della politica cinese a supporto dei coltivatori locali, la Cina tra il 2013 e il 2014 ha concesso 5,1 miliardi di dollari di sussidi acquistando la materia prima a prezzi fissi e creando enormi scorte. Appurato il fatto che si è tornati a una sorta di normalità del trend delle quotazioni sul mercato di questa commodity, non tutto però fila liscio. In base al più recente report pubblicato dal Dipartimento dell’Agricoltura statunitense (Usda) emerge per la stagione 2019/2020 il pericolo di un surplus di offerta a livello globale con le scorte destinate a superare la soglia del milione di balle (da 480 libbre l’una).


Nell'articolo:

Nell'articolo:
 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Cotone Abbigliamento Prezzi Consumi e Consumatori Import Export Agricoltura Biologico
 
Tag citati: Adidas, Bci-Better Cotton Initiative, Confindustria Moda, Gap, H&M, Inditex, Nike, Usda, Vf Corporation

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati