italiano italiano English English
06/10/2017
Largo Consumo 09/2017 - Notizia breve - Pubblicato online - Redazione di Largo Consumo
 
 
Sessualità

Distributori di profilattici nelle scuole abruzzesi

Il progetto è stato presentato da Leandro Bracco, consigliere della Regione Abruzzo, e prevede l’inserimento di distributori automatici di profilattici all’interno dei bagni delle scuole secondarie della regione. La proposta nasce dalla valutazione dei risultati di una ricerca svolta dal Censis che aveva come oggetto di sondare le conoscenze dei più giovani sull’argomento sesso e, nello specifico, su tutti i rischi che derivano per la salute da pratiche sessuali non protette. Secondo la ricerca, che ha riguardato un campione costituito da 1.000 giovani italiani di età compresa tra i 12 e i 24 anni i risultati non sarebbero confortanti: solo il 15,3% ritiene di essere molto informato; il 66,3% si reputa abbastanza informato [...]


Nell'articolo:
  • Risultati della ricerca condotta dal Censis su 1.000 giovani italiani tra i 12 e i 24 anni

    Il progetto è stato presentato da Leandro Bracco, consigliere della Regione Abruzzo, e prevede l’inserimento di distributori automatici di profilattici all’interno dei bagni delle scuole secondarie della regione. La proposta nasce dalla valutazione dei risultati di una ricerca svolta dal Censis che aveva come oggetto di sondare le conoscenze dei più giovani sull’argomento sesso e, nello specifico, su tutti i rischi che derivano per la salute da pratiche sessuali non protette. Secondo la ricerca, che ha riguardato un campione costituito da 1.000 giovani italiani di età compresa tra i 12 e i 24 anni i risultati non sarebbero confortanti: solo il 15,3% ritiene di essere molto informato; il 66,3% si reputa abbastanza informato, mentre il 18,4% afferma che della sessualità sa poco o nulla. Alla luce di quanto emerso, è nata l’esigenza di fornire ai giovani delle scuole secondarie abruzzesi un mezzo discreto attraverso il quale acquistare profilattici, poiché se oggi è molto facile avere rapporti sessuali occasionali, deve essere altrettanto facile fornirsi degli strumenti che possono proteggere dalle malattie sessualmente trasmissibili e da gravidanze indesiderate. Nessuna scuola verrà obbligata a installare i distributori automatici di profilattici, ma solo quelle che ne faranno richiesta dopo approvazione del consiglio d’istituto. A tale scopo, si prevede di indire un bando di gara regionale, in modo che vi sia un unico fornitore di riferimento per tutte le scuole.

    Risultati della ricerca condotta dal Censis su 1.000 giovani italiani tra i 12 e i 24 anni                                                                                                             
    Ritiene di essere molto informato sull’argomento sesso 15,3%
    Ritiene di essere abbastanza informato 66,3%
    Ritiene di sapere poco o nulla della sessualità 18,4%
    Fonte: elaborazione di Largo Consumo su dati Censis

     


    Nell'articolo:
    • Risultati della ricerca condotta dal Censis su 1.000 giovani italiani tra i 12 e i 24 anni
       
       
      Registrati per leggere il contenuto
       
      Tag argomenti: Profilattici Scuola
       
      Tag citati: Bracco Leandro, Censis, Regione Abruzzo

      Notizie correlate

      Percorsi di lettura correlati