italiano italiano English English
03/07/2018
Largo Consumo 06/2018 - Notizia breve - Pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
 
 
Ristorazione

Cuki e Old wild West contro lo spreco alimentare

Cuki e Old wild West hanno siglato un accordo per la riduzione dello spreco alimentare fuori porta. Gli oltre 180 ristoranti del format Cigierre hanno adottato Cuki save bag, una pratica vaschetta in alluminio creata con l’obiettivo di consentire la riduzione degli sprechi alimentari nel settore della ristorazione e che permette ai consumatori di portare a casa il cibo lasciato nel piatto per poterlo consumare successivamente. Il progetto si avvale della collaborazione di Fondazione Banco alimentare Onlus. Anche gli altri marchi di Cigierre (America graffiti, Wiener haus, Pizzikotto e Shi’s) hanno aderito al progetto. In tutto, quindi, sono 300 i ristoranti uniti. In questi giorni è stata anche presentata la ricerca [...]

Nell'articolo:

  • Spreco alimentare fuori casa, le buone pratiche degli italiani (in %)

Cuki e Old wild West hanno siglato un accordo per la riduzione dello spreco alimentare fuori porta.

Gli oltre 180 ristoranti del format Cigierre hanno adottato Cuki save bag, una pratica vaschetta in alluminio creata con l’obiettivo di consentire la riduzione degli sprechi alimentari nel settore della ristorazione e che permette ai consumatori di portare a casa il cibo lasciato nel piatto per poterlo consumare successivamente.

Il progetto si avvale della collaborazione di Fondazione Banco alimentare Onlus. Anche gli altri marchi di Cigierre (America graffiti, Wiener haus, Pizzikotto e Shi’s) hanno aderito al progetto. In tutto, quindi, sono 300 i ristoranti uniti.

La ricerca

In questi giorni è stata anche presentata la ricerca “Doggy bag, a chi?” che per la prima volta vuole dare un perimetro al tema dello spreco alimentare analizzando le abitudini degli italiani fuori casa.

La strada nella lotta allo spreco alimentare fuori casa è ancora lunga. Infatti, nel 40% dei casi gli italiani al ristorante avanzano porzioni di cibo che, non venendo consumato, è destinato alla discarica. Nel caso di famiglie con bambini il dato aumenta, toccando il 59%. Considerando il numero di coperti giornalieri al livello nazionale parliamo di tonnellate di alimenti pronti per essere consumati che invece diventano spreco.

Spreco alimentare fuori casa, le buone pratiche degli italiani (in %)
oltre il 46% ordina un piatto per volta
il 29% chiede di portare via la porzione di cibo non consumato
il 17% ordina con “il cervello” e non con “gli occhi”
il 7,6% consuma tutto ciò che ha ordinato anche se non ha più appetito
Fonte: elaborazione di Largo Consumo su dati Cuki
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Ristorazione Etica Alluminio Rifiuti Alimentare Monouso
 
Tag citati: America Graffiti, Cigierre, Cuki, Fondazione banco alimentare onlus, Old Wild West, Pizzikotto, Shi's, Wiener Haus

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati