italiano italiano English English
31/08/2019
Largo Consumo 07/08 - 2019 - Notizia breve - Pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
 
 
Agricoltura 4.0

Con droni e satelliti nei campi aumentano qualità e produttività

Da sempre considerato il cuore agricolo dell'Italia, l'Emilia-Romagna è la punta di diamante anche della cosidetta agricoltura 4.0. Oltre un quarto dei produttori, il 26% secondo una recente indagine Nomisma commissionata da Confagricoltura, ha investito in strumenti di precisione farming per aumentare la produttività, abbattendo i costi e riducendo l'impatto ambientale. È il caso dell'azienda agricola Porto Felloni di Lagosanto (Ferrara), una tra le aziende leader non solo in Italia ma a livello globale per la proattività e l'implemento di tecnologie all’avanguardia in Agricoltura di Precisione. Oltre all’ottimizzazione delle risorse, alla sostenibilità, alla massimizzazione delle rese, l’obiettivo dell’azienda è la produzione di standard di elevata qualità: prodotti ortofrutticoli di primissima scelta e di qualità superiore. L’azienda sorge su terreni bonificati con caratteristiche eterogenee, da qui la necessità di ricercare strumenti innovativi per [...]

Nell'articolo:

  • Le coltivazioni di Porto Felloni

Da sempre considerato il cuore agricolo dell'Italia, l'Emilia-Romagna è la punta di diamante anche della cosidetta agricoltura 4.0. Oltre un quarto dei produttori, il 26% secondo una recente indagine Nomisma commissionata da Confagricoltura, ha investito in strumenti di precisione farming per aumentare la produttività, abbattendo i costi e riducendo l'impatto ambientale. È il caso dell'azienda agricola Porto Felloni di Lagosanto (Ferrara), una tra le aziende leader non solo in Italia ma a livello globale per la proattività e l'implemento di tecnologie all’avanguardia in Agricoltura di Precisione. Oltre all’ottimizzazione delle risorse, alla sostenibilità, alla massimizzazione delle rese, l’obiettivo dell’azienda è la produzione di standard di elevata qualità: prodotti ortofrutticoli di primissima scelta e di qualità superiore.

L’azienda sorge su terreni bonificati con caratteristiche eterogenee, da qui la necessità di ricercare strumenti innovativi per l’acquisizione dei dati del suolo e delle colture per la scelta degli interventi da attuare. A causa di questa disomogeneità, accanto all’applicazione di metodi per la generazione delle mappe di resa, l’azienda ha messo a punto una rete di sensori che misurano l’esatta umidità del terreno ogni 10 cm, proprio per studiarne la variabilità. Dall’analisi delle proprietà chimiche-fisiche geo-referenziate, i fratelli Salvagnin possono concimare a rateo variabile (soprattutto per il grano e il mais).

Porto Felloni ha inoltre adottato sistemi di guida semiautomatica per le macchine agricole dotate di Gps: così, oltre a seguire percorsi preimpostati, possono distribuire a rateo variabile anche i semi, il concime e gli antiparassitari.

L’azienda fortemente innovativa ha scelto di lavorare con immagini e informazioni fornite dai satelliti, ma l’esigenza di avere dati di alta precisione fa spostare l’attenzione su nuove tecnologie, il Drone. L’utilizzo del Drone per l’acquisizione di immagini e dati è stato sperimentato sui cereali, infatti le prime mappe di prescrizione sono state generate per analizzare il vigore vegetativo del mais e del grano, ottenendo ottimi risultati. Il Drone consente di acquisire anche in presenza di nuvolosità, cosa che non possono fare i satelliti, e soprattutto di scegliere quando acquisire le immagini. Essere tempestivi nell’analisi dello stato di salute delle colture è fondamentale per capire dove e come intervenire rapidamente. L’immagine con Drone fornisce in maniera molto dettagliata e precisa le zone di vigore vegetativo.

 

Le coltivazioni di Porto Felloni
Superficie coltivata: 500 ettari
Mais da granella: 60%
Piselli, fagiolini e mais in secondo raccolto: 20%
Frumento: 10%
Pomodori: 10%
Fonte: Dati aziendali              Largo Consumo
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Agricoltura Tecnologie Ortofrutta e ortofrutticoli Orticoltura
 
Tag citati: Confagricoltur, Nomisma, Porto Felloni

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati