italiano italiano English English
17/01/2019
Largo Consumo 12/2018 - Notizia breve - Pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
 
 
Energy storage

Competizione tra Ue, Usa e Cina per il mercato mondiale dei sistemi di accumulo

Secondo uno studio pubblicato da Zion Market Research il tasso di crescita annuo composto del settore energy sarebbe attorno al 6% da qui al 2024. Entro il 2024 il mercato globale dell’energy storage potrebbe raggiungere il valore di 296 miliardi di dollari. Accumulare energia elettrica nella maniera più efficiente e sostenibile possibile, questo l’obiettivo strategico. Attualmente il Paese leader per questa tecnologia è la Cina grazie alle importanti riforme varate dal Governo di Pechino negli ultimi anni, finalizzate alla crescita e allo sviluppo dei sistemi di accumulo (batterie per i veicoli elettrici in testa). Secondo un Report di Global Market Insights, il mercato cinese dell’energy storage raggiungerà i 6 miliardi di dollari di valore entro il 2024 (da 700 milioni di dollari nel 2017). L’Unione europea, proprio per contrastare l’accelerazione cinese, ha lanciato [...]

Nell'articolo:

  • I driver della crescita dell’energy storage mondiale

Secondo uno studio pubblicato da Zion Market Research il tasso di crescita annuo composto del settore energy sarebbe attorno al 6% da qui al 2024. Entro il 2024 il mercato globale dell’energy storage potrebbe raggiungere il valore di 296 miliardi di dollari.

Accumulare energia elettrica nella maniera più efficiente e sostenibile possibile, questo l’obiettivo strategico. Attualmente il Paese leader per questa tecnologia è la Cina grazie alle importanti riforme varate dal Governo di Pechino negli ultimi anni, finalizzate alla crescita e allo sviluppo dei sistemi di accumulo (batterie per i veicoli elettrici in testa). Secondo un Report di Global Market Insights, il mercato cinese dell’energy storage raggiungerà i 6 miliardi di dollari di valore entro il 2024 (da 700 milioni di dollari nel 2017).

L’Unione europea, proprio per contrastare l’accelerazione cinese, ha lanciato ad ottobre scorso un partenariato interregionale nel settore delle batterie, parte integrante della “European battery alliance“, che mira a rafforzare la mobilità pulita, a potenziare la lotta contro i cambiamenti climatici e a ridurre la dipendenza dalle importazioni di energia (che al momento ammontano mediamente a 350 miliardi di euro l’anno). Il prossimo 24 gennaio 2019 partirà la call europea dedicata alle batterie di nuova generazione con un fondo complessivo di 114 milioni di euro.

Per quanto riguarda gli Stati Uniti, sempre secondo i dati diffusi da Global Market Insights, il mercato dell’energy storage raggiungerà un valore complessivo di circa 4 miliardi di dollari entro il 2024, con un tasso annuo di crescita composto stimato al 33% (2018-2024). Grazie alle nuove politiche adottate da alcuni Stati, tra cui California, Massachusetts, New York e Oregon, questo settore crescerà rapidamente negli Stati Uniti, guidato dalla riduzione drastica del consumo di carbone a vantaggio delle fonti rinnovabili. Solo lo Stato di New York ha dichiarato di voler raggiungere una capacità di accumulo pari a 1.500 MW entro il 2025.

 

I driver della crescita dell’energy storage mondiale
Mobilità elettrica, nuove reti per la distribuzione dell’energia elettrica, smart grid, smart meter, sistemi di emergenza per l’alimentazione energetica di strutture pubbliche (tra cui ovviamente ospedali, infrastrutture critiche e data center, solo per fare alcuni esempi), reti di distribuzione dell’energia elettrica da fonti rinnovabili
Fonte: Elaborazione Largo Consumo
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Energia Energie rinnovabili Energy
 
Tag citati: Global Market Insights, Zion Market Research

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati