italiano italiano English English
29/04/2016
Largo Consumo 04/2016 - Approfondimento - pagina 25 - 1 pagina - Mancinelli Marco
 
 
Tracciabilità

Come Finiper gestisce le eccedenze

L’adozione nei punti di vendita Finiper dello standard GS1 DataBar per la codifica dei prodotti a peso variabile confezionati ha permesso non solo di controllare e gestire le date di scadenza dei prodotti, ma anche di prevenire gli sprechi alimentari. Introdotto dal 2014 accanto alla tradizionale codifica EAN, il dataBar nasce con alcuni principali obiettivi: la possibilità d’inserire e rendere utilizzabili per i retailer una serie d’informazioni aggiuntive che, in precedenza, non erano tracciabili a livello di unità consumatore, come il peso netto, il lotto e il prezzo; il controllo di fattori qualitativi come la data di scadenza; il miglioramento delle informazioni di carattere gestionale, in particolare nell’area dei prodotti freschi a peso variabile; la possibilità di razionalizzare la gestione dei prodotti introducendo fattori di qualificazione merceologica, come, per esempio, la distinzione precisa delle ricette. 

 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Tracciabilità della Filiera Grande Distribuzione
 
Tag citati: Cortese Valerio, Gruppo Finiper, GS1 Ecr-Italia

Notizie correlate