italiano italiano English English
28/02/2019
Largo Consumo 01/2019 - Notizia breve - Pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
 
 
Fast fashion made in Italy

Centergross obiettivo Russia

Contribuire a consolidare il primato italiano dell’export tessile Ue in Russia. È questo l’obiettivo di Centergross Bologna, il maggiore distretto di fast fashion made in Italy, che per il terzo anno consecutivo sarà tra i protagonisti di CPM – COLLECTION PREMIÈRE MOSCOW, la più importante fiera internazionale dell’Est Europa con oltre 21.500 visitatori business e più di 1.300 brand moda provenienti da 30 paesi, in programma dal 25 al 28 febbraio 2019 all’Expocentre fairgrounds di Mosca. Secondo i dati forniti dallo stesso CPM, l'export europeo del tessile verso la Russia è tornato a crescere. L’Italia mantiene il 45% delle esportazioni provenienti dall’Unione europea: un primato che il Centergross vuole concorrere a consolidare con la sua presenza sul mercato russo. Nei giorni di fiera, all’interno dello stand allestito nella Hall 8.2 Stand M08, saranno presentate le [...]

Nell'articolo:

  • Centergross in cifre

Contribuire a consolidare il primato italiano dell’export tessile Ue in Russia. È questo l’obiettivo di Centergross Bologna, il maggiore distretto di fast fashion made in Italy, che per il terzo anno consecutivo sarà tra i protagonisti di CPM – COLLECTION PREMIÈRE MOSCOW, la più importante fiera internazionale dell’Est Europa con oltre 21.500 visitatori business e più di 1.300 brand moda provenienti da 30 paesi, in programma dal 25 al 28 febbraio 2019 all’Expocentre fairgrounds di Mosca. Secondo i dati forniti dallo stesso CPM, l'export europeo del tessile verso la Russia è tornato a crescere. L’Italia mantiene il 45% delle esportazioni provenienti dall’Unione europea: un primato che il Centergross vuole concorrere a consolidare con la sua presenza sul mercato russo. Nei giorni di fiera, all’interno dello stand allestito nella Hall 8.2 Stand M08, saranno presentate le maggiori novità e tendenze SS 2019 dai fast fashion brand del polo emiliano.

«Il 35% dei buyer esteri che entra quotidianamente al Centergross proviene da paesi dell’Ex Unione Sovietica. Il nostro obiettivo è aumentare l’incoming del 5% entro la fine del 2019 – dichiara la presidente Lucia Gazzotti –. La situazione dell’export tessile italiano in Russia relativa agli ultimi due anni – +12,4% nel 2017, sceso del 3,2% nei primi 10 mesi del 2018, dati di Confindustria Moda – conferma la necessità di aumentare l’impegno per rafforzare la presenza e far crescere il made in Italy in Russia».

La partecipazione a eventi business internazionali rientra nella strategia di potenziamento della brand awareness di Centergross a cui il distretto sta lavorando dal 2017. Un processo che all’inizio di quest’anno ha portato anche alla presentazione della nuova Brand Campaign #ItalianFashionHub. Studiata dall’agenzia V. TWO B e forte della particolare allure della modella Eva Klímková, la campagna è finalizzata a valorizzare la centralità di Centergross nello scenario italiano e internazionale come importante Hub nel settore del fast fashion total look. Presentata nell’ambito dei primi appuntamenti internazionali del 2019 con Panorama Berlin e Gallery Düsseldorf, e prossima al debutto in Russia, la campagna accoglie altresì i viaggiatori in arrivo e partenza dall'Aeroporto Marconi di Bologna.

 

Centergross in cifre
Area di 1 milione di metri quadrati alle porte di Bologna
Oltre 600 aziende
6.000 lavoratori
Volume complessivo di affari di 5 miliardi di euro l’anno
Presenza media di 10.000 buyers al giorno, provenienti per il 60% dai mercati esteri, in particolare da Asia, Europa, Stati Uniti e Medio-Oriente
Fonte: Dati ufficiali Largo Consumo
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Abbigliamento Abbigliamento esterno MADE IN ITALY Import Export Tessile Accessori abbigliamento Abbigliamento intimo Abbigliamento junior
 
Tag citati: Centergross Bologna, Confindustria Moda, Eva Klímková, Gazzotti Lucia, V. TWO B

Notizie correlate