italiano italiano English English
02/01/2017
Largo Consumo 01/2017 - Approfondimento - pagina 18 - 1 pagina - Cirulli Sabino
 
 
Turismo

Carnevale, il grasso che cola

Il Carnevale sposta gli equilibri della stagione turistica destagionalizzando i flussi dei visitatori. È il caso di Venezia, dove, secondo un’indagine di VELA, società organizzatrice della kermesse, ogni turista che soggiorna nella Serenissima nei giorni di Carnevale produce una spesa media giornaliera di 130,72 euro, raddoppiando anche il numero di ingressi nei musei civici. «Questa indagine – commenta Piero Rosa Salva amministratore unico di VELA – per quanto riguarda l’indotto economico che produce l’evento sfata anche dei luoghi comuni dicendoci che oltre mezzo milione (567.000) di turisti dormono nelle strutture ricettive del territorio comunale. Il Carnevale è il brand italiano più conosciuto al mondo, un valore aggiunto ripreso 40 anni fa con il preciso obiettivo di valorizzare l’economia della città in periodo invernale, obiettivo riuscito».

 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Turismo Tempo libero e Intrattenimento
 
Tag citati: Alma Alberto, Carnevale , Cento Carnevale d’Europa, Comune di Putignano, Fondazione Carnevale di Putignano, Fondazione Carnevale di Viareggio, Fondazione dello Storico Carnevale di Ivrea, Il Sole 24 Ore, Loperfido Giovanni Paolo, Manservisi Eventi, Manservisi Riccardo, Marcucci Maria Lina, Rosa Salva Piero, Serenissima, Trivago, VELA, “Grasse”

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati