01/02/2016
Largo Consumo 02/2016 - pagina 111 - Notizia breve - 1/3 di pagina
 
 
Le copertine di Largo Consumo

Borriello (Ismea e Mipaaf): "È sicuramente possibile che il Ttip cambi i nostri rapporti con gli Usa"

Il Ttip, Trattato Transatlantico sul commercio e gli investimenti tra Stati Uniti ed Europa, in dirittura d’arrivo, cambierà la nostra struttura commerciale e produttiva incidendo in modo particolare sull’agroalimentare nazionale. Perché a Expo 2015, nel convegno Agrobusiness e Commercio dedicato al [...] Leggi tutto

Il Ttip, Trattato Transatlantico sul commercio e gli investimenti tra Stati Uniti ed Europa, in dirittura d’arrivo, cambierà la nostra struttura commerciale e produttiva incidendo in modo particolare sull’agroalimentare nazionale.

Perché a Expo 2015, nel convegno Agrobusiness e Commercio dedicato al trattato, non si è sentita la voce dei nostri organismi rappresentativi sia dell’industria alimentare che dell’agricoltura?

Risponde Raffaele Borriello, Direttore generale Ismea e Vice capo di gabinetto Mipaaf

 

L’obiettivo di questo ambizioso accordo è di creare una grande area di libero scambio che favorisca il commercio tra le parti contribuendo all’incremento del Pil e rilanciando l’economia. Tuttavia occorre considerare che la differenza tra le regolamentazioni tra i due blocchi economici, richiede un enorme lavoro di concertazione al fine di non abbassare gli standard qualitativi che sono stati faticosamente raggiunti in Europa. 

Per conseguire i nostri fini, la Commissione negozia secondo le direttive del mandato negoziale che il Consiglio Ue le ha conferito tenendo ben presente le priorità e le sensibilità degli Stati membri. 

In particolare l’accordo deve riconoscere che lo sviluppo sostenibile, costituisce un obiettivo essenziale delle Parti, le quali intendono anche garantire e facilitare il rispetto degli accordi e delle norme internazionali in materia ambientale e del lavoro, promuovendo nel contempo elevati livelli di tutela dell’ambiente, del lavoro e dei consumatori coerenti con l’” acquis” dell’Ue e la legislazione degli Stati membri. 

Il raggiungimento di questi obiettivi porterebbe alla riduzione delle misure non tariffarie facilitando il commercio, con la conseguenza di favorire la creazione di un maggior numero di posti di lavoro e di opportunità commerciali, anche per le Pmi. 

Tra le criticità farei riferimento soprattutto alla debolezza intrinseca dell’agricoltura italiana, frammentata in tante micro realtà aziendali, che nella deregulation più totale rischia di pagare il conto più salato. Se già adesso, come si evince dagli studi di Ismea sulla catena del valore nell’agroalimentare, esistono dei forti squilibri all’interno della filiera e la ripartizione degli utili è fortemente sbilanciata a favore operatori a valle (industria e distribuzione), un domani con la pressione competitiva delle big farm statunitensi la situazione potrebbe subire un’evoluzione ancora più sfavorevole. È sicuramente possibile che il Ttip cambi i nostri rapporti con gli Usa, perché l’obiettivo di un accordo commerciale è di ridurre i costi di transazione tra le parti, che attualmente più che dipendenti dalle tariffe già relativamente basse, dipendono in particolare dalle barriere così dette non tariffarie, come per esempio etichettatura, standard produttivi e misure fitosanitarie. Considerato che gli Usa rappresentano il maggior mercato, al di fuori dell’Ue, per prodotti agroalimentari italiani, il cui volume delle esportazioni registra dati costantemente crescenti, non dobbiamo dimenticare che alcune nostre produzioni incontrano a tutt’oggi ostacoli per la non conformità alle norme statunitensi; quindi è certo che il Governo adotterà la massima vigilanza nel corso del negoziato al fine di difendere le nostre produzioni e in particolare ottenere la tutela dei prodotti di qualità.

Pertanto, un equilibrato accordo Ttip con gli States determinerebbe senz’altro un salto di qualità sia dal punto di vista dell’incremento del commercio sia a livello di protezione delle nostre produzioni di qualità sul mercato Usa.

 
Autore: Salomone Luca
 
Tag argomenti: Agricoltura Agroalimentare Alimentare Normativa o Legislazione Prodotti Tipici
 
Leggi tutto
Contenuto fruibile tramite registrazione
Tag citati: Agrobusiness e Commercio Borriello Raffaele Commissione Consiglio Ue Expo 2015 Ismea Mipaaf Parti Pil Pmi Stati Trattato Transatlantico sul commercio e gli investimenti tra Stati Uniti ed Europa Ttip UE

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati