italiano italiano English English
01/07/2019
Largo Consumo 07/08 - 2019 - Notizia breve - pagina 5 - 1/4 di pagina - Salomone Luca
 
 
Le copertine di Largo Consumo

Borgi (Clo servizi logistici): “Le tecnologie aiutano e sono state adottate da tutti gli operatori”

Commenti dei lettori alla riflessione apparsa sulla copertina del 4/2019

Con il boom dell’e-commerce è iniziata l’era delle rapine presso i grandi centri logistici in cui stazionano diverse tipologie di merci, spesso provenienti da ogni parte del mondo, già lì pronte per essere consegnate ai rispettivi destinatari.

Poiché questo tipo di assalto criminale comporta organizzazione e mezzi paramilitari, risorse e “professionalità” spesso non possedute dalla malavita locale, potrà forse, all’internazionalizzazione del commercio portata dal digitale, corrispondere una globalizzazione di questo tipo di attività illecita e predatoria?

Risponde

Lorenzo Borgi, Direttore Clo servizi logistici

 

“Le tipologie di furti sono sostanzialmente due: con la collusione di addetti interni, per permettere ad autisti complici di sottrarre bancali in loco e le vere e proprie intrusioni notturne. Le tecnologie aiutano e sono state adottate da tutti gli operatori in modo massiccio soprattutto negli ultimi 10 anni”

Commenti dei lettori alla riflessione apparsa sulla copertina del 4/2019

Con il boom dell’e-commerce è iniziata l’era delle rapine presso i grandi centri logistici in cui stazionano diverse tipologie di merci, spesso provenienti da ogni parte del mondo, già lì pronte per essere consegnate ai rispettivi destinatari.

Poiché questo tipo di assalto criminale comporta organizzazione e mezzi paramilitari, risorse e “professionalità” spesso non possedute dalla malavita locale, potrà forse, all’internazionalizzazione del commercio portata dal digitale, corrispondere una globalizzazione di questo tipo di attività illecita e predatoria?

Risponde

Lorenzo Borgi, Direttore Clo servizi logistici

 

Come gestori di magazzini e depositi abbiamo un osservatorio privilegiato e possiamo osservare che le tipologie di furti sono sostanzialmente due: con la collusione di addetti interni, per permettere ad autisti complici di sottrarre bancali in loco e le vere e proprie intrusioni notturne. Dai filmati risultano operazioni condotte da gruppi di incappucciati, dotati degli strumenti per forzare porte e serrande e in possesso di un mezzo di trasporto adeguato a fardelli pesanti e voluminosi.

Le contromisure, che sono state adottate da tutti gli operatori in modo massiccio soprattutto negli ultimi 10 anni, vanno dalle telecamere, alla vigilanza h24 da parte di polizie private, alla geolocalizzazione dei vettori, all’inserimento nei carichi di sensori Gps che possano tracciare la refurtiva.

I pacchi spia sono utili soprattutto per prodotti di valore che hanno un compratore unico, mentre sono meno efficaci per prodotti alimentari, anche di pregio, ma che vengono distribuiti in modo molto più capillare, quasi al dettaglio. Un esempio: anni fa quando non si adottavano ancora sensori a distanza, abbiamo seguito un camion che trasportava alcolici rubati. Il punto di arrivo era un deposito alla periferia di Milano formato da tante celle di stoccaggio in affitto. All’arrivo delle Forze dell’ordine si è scoperto che quella struttura era piena di merce rubata, quasi tutti alcolici destinati a operatori commerciali e ristoratori, e costituiva, in sostanza, il nodo logistico di un traffico illegale di ampia portata.

Altra contromisura è, evidentemente il ricorso alle polizze contro i furti, che hanno comunque un’incidenza abbastanza elevata, dal 2 al 3% del fatturato alla movimentazione. Sul valore della merce il costo non è rilevantissimo, e si situa nell’ordine di un decimo di punto circa. Chiaramente l’operatore logistico avverte questo ‘peso’, rilevante, solo quando opera su magazzini propri.

Per la nostra esperienza, che riguarda prevalentemente la fornitura alla Gdo in 7 regioni – Lombardia, Liguria, Piemonte, Veneto, Emilia-Romagna, Marche e Abruzzo – non ci sono problemi di assalti ai camion. La ragione è sia di tipo geografico, sia legata alla tipologia della merce, meno ambita rispetto, per esempio, ai beni di tipo tecnologico o a una parte del non alimentare.

 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Magazzini Trasporti
 
Tag citati: Borgi Lorenzo, Clo Servizi Logistici

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati