italiano italiano English English
02/09/2019
Largo Consumo 09/2019 - Approfondimento - pagina 86 - 2 pagine - Risi Paola
 
 
Comportamenti

Bambini e giocattoli

«Quando si progetta un giocattolo bisogna pensare a un prodotto insaturo, tale da potere coinvolgere e ingaggiare il bambino e, allo stesso tempo, convincere i genitori. Ogni volta bisogna confrontarsi con due esigenze diverse, complementari e talvolta disgiunte». Sottolineando quella che corrisponde a una delle principali peculiarità di questo mercato, Francesco Zurlo, preside pro tempore della Scuola del design del Politecnico di Milano, ha introdotto, in qualità di responsabile scientifico, i risultati della 1a edizione dell’Osservatorio Kids & toys, realizzato con il patrocinio di Assogiocattoli dalla School of Management del Dipartimento di Design dell’università meneghina e mirato a delineare l’impatto della trasformazione digitale sui comportamenti e le abitudini di scelta e di acquisto di un prodotto complesso, che rappresenta, di fatto, uno dei modi privilegiati che «il bambino ha per esplorare il mondo esterno e le relazioni interpersonali, per sviluppare abilità motorie e cognitive, per sperimentare ruoli e per mettere in atto la propria creatività».


Nell'articolo:

Nell'articolo:
 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Giocattoli Infanzia Consumi e Consumatori
 
Tag citati: Amazon, Assogiocattoli, Cerved, Doxakids, eBay, Facebook, Fiera di Norimberga, Instagram, Ndp group, Politecnico di Milano, Youtube, Zurlo Francesco

Notizie correlate